• Home
  •  > Notizie
  •  > Muore di Covid a 40 anni, la procura blocca il funerale: si farà l'autopsia per capire se il virus è stato fatale

Muore di Covid a 40 anni, la procura blocca il funerale: si farà l'autopsia per capire se il virus è stato fatale

Choc in Polesine, la vittima abitava nel Delta a Scardovari. Il fratello: "In soli 4 giorni la situazione"

PORTO TOLLE (Rovigo). Il Covid-19 costa la vita a un quarantenne nel Polesine. Si tratta di Jonatan Callegaro, appena 40 anni di Scardovari, frazione di Porto Tolle.

Oggi, venerdì, si sarebbe dovuto celebrare il suo funerale ma l’Usl 5 ha ritenuto opportuno disporre un’autopsia per valutare se effettivamente il decesso sia legato al virus o ad altri fattori più determinanti. “Mio fratello era una persona tranquilla – racconta il fratello Matteo - Abitava con nostra madre Lorella, nostro zio Silvano, e i nostri nonni Nanda e Angelo. Rideva e scherzava,  avevamo un legame unico, ero il suo punto di riferimento e lui lo era per me”.

Tifoso dell’Inter, per anni aveva giocato a calcio. Aggiunge il famigliare: “L’ultimo messaggio l’ha inviato a me sabato scorso e quando gli ho scritto che io e la mia compagna aspettiamo una bambina: era felicissimo. Poi si è sentito male e l’hanno accompagnato all’ospedale e da lì è finito tutto. Non meritava una fine così”. E’ mancato in soli quattro giorni. Ora la salma è custodita nella camera mortuaria dell’ospedale Trecenta e aspetta di essere trasferita per l’autopsia.

Pubblicato su Il Mattino di Padova