• Home
  •  > Notizie
  •  > La mamma di Claudia nomina periti di parte «Voglio vederci chiaro»

La mamma di Claudia nomina periti di parte «Voglio vederci chiaro»

Lo schianto nel Vicentino ha visto coinvolte due auto Indagati i conducenti, fra cui  il fidanzato alla guida della Bmw Ieri l’autopsia, funerali da fissare 

GAZZO

La mamma vuole sapere la verità sull’incidente che le ha portato via l’unica figlia e così ha nominato dei periti di parte. È stata effettuata ieri l’autopsia sulla salma di Claudia Cherobin, morta domenica sera ad appena 24 anni. Viveva a Gazzo con la mamma Livia, che si affida a dei tecnici propri, oltre a quelli della magistratura. Per fare luce, e «vederci chiaro, anzi chiarissimo», scandisce la donna. «Le chiacchiere servono a poco», continua, «ci vuole determinazione per chiarire i fatti, e io, sua madre – come sta già facendo la magistratura – lo farò fino alla fine, senza indugi. Quindi con il mio compagno Roberto abbiamo deciso di nominare dei periti di parte, affinché non resti neanche il minimo dubbio sulla dinamica dell’incidente, visto che il guidatore del mezzo coinvolto era un amico del fidanzato di Claudia. Meglio conoscere anche la più terribile delle verità, che non saperla».

Livia ha visto la sua unica figlia prima dell’esame legale, è stata accompagnata dal maresciallo dei carabinieri di Camisano: «Era bellissima come lo è sempre stata. Devo farmi forza per sopportare tutto questo», dice. La data del funerale deve ancora essere fissata, si attende il nullaosta. Il pm Jacopo Augusto Corno ha aperto un fascicolo per omicidio stradale ed ha iscritto sul registro degli indagati il ragazzo di Claudia, Thomas Schiavo, 24, operaio specializzato di Camisano, al volante della Bmw su cui la giovane vittima era seduta sul posto del passeggero; indagato anche il conducente dell’altra vettura. Il dramma si è consumato nella prima serata di domenica scorsa in via Rasega, che collega Grumolo delle Abbadesse a Santa Maria di Camisano. Schiavo sarebbe stato in fase di sorpasso, la Bmw e l’altra vettura coinvolta si sarebbero toccate, uscendo entrambe di strada. Quella dei due giovani è andata a sbattere contro un muretto. Claudia è morta sul colpo, il fidanzato si sta riprendendo dopo un delicato intervento per un’emorragia. Anche l’altro conducente, finito in un campo, aveva subito traumi, non gravi. La procura sta coordinando le indagini dei carabinieri, la ricostruzione della carambola infernale è il cuore di tutto. ––

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova