• Home
  •  > Notizie
  •  > Schianto frontale Un’anziana muore poche ore dopo

Schianto frontale Un’anziana muore poche ore dopo

Bruna Fortin, 88 anni, è spirata all’ospedale di Padova Il violento incidente domenica mattina a S. Pietro Viminario

MONSELICE

Un violentissimo scontro frontale vicino a casa è costato la vita a Bruna Fortin, vedova di 88 anni e madre di Flavio e Paolo. Attorno alle 11 di domenica si stava recando al volante della sua auto al cimitero di San Pietro Viminario a portare dei fiori ai genitori, quando per cause ancora da accertare, la sua Ford Fiesta è entrata in collisione frontale con una Ford Focus guidata da un uomo di 41 anni che proveniva dal senso di marcia opposto.

Un impatto violentissimo in via Granze, la strada che da Monselice porta nel centro di San Pietro Viminario. La donna è stata subito soccorsa dai medici del Suem 118 e trasportata in elisoccorso all’ospedale di Padova. Le sue condizioni sono apparse da subito gravissime e, nonostante il fisico forte, poco dopo la mezzanotte di domenica i medici della terapia intensiva hanno comunicato ai famigliari che l’anziana era deceduta per un arresto cardiocircolatorio.

Bruna Fortin viveva da sola in via Granze a Monselice, a pochi passi dalla casa del figlio Flavio e dei nipoti, una donna forte e attiva, che amava passeggiare, stare in compagnia delle amiche e prendersi cura del suo orto.

«Mia madre stava bene e ci vedeva benissimo» racconta il figlio Flavio «non aveva alcuna patologia e da poco le avevano rinnovato la patente, anche se usava poco l’auto, si muoveva spesso a piedi dato che è sempre stata molto attiva ed energica». Una donna semplice e solare, amava raccontare barzellette e far ridere i nipoti Micael, Nicola e Simone, il suo più grande orgoglio. «I nipoti per lei erano tutto, aveva un rapporto meraviglioso con loro, erano davvero tanto uniti e per tutti noi è stata una perdita incolmabile» conclude il figlio. La donna aveva perso il marito otto anni fa ed era appena stata a fargli visita al cimitero di Monselice prima di dirigersi al camposanto di San Pietro dove riposano i genitori. Ma lungo il tragitto l’incidente fatale. Al momento la data del funerale non è fissata, i famigliari restano in attesa del nullaosta dell’autorità giudiziaria. Intanto proseguono le indagini per accertare dinamica e responsabilità. —

Pubblicato su Il Mattino di Padova