• Home
  •  > Notizie
  •  > In trecento per l’addio a Vincenzo, morto a 29 anni dopo un malore

In trecento per l’addio a Vincenzo, morto a 29 anni dopo un malore

La comunità si è fermata per la cerimonia funebre di Vincenzo Billeci, che a soli 29 anni ha perso la vita dopo aver lottato per oltre 10 giorni dopo che un malore lo aveva colto sul logo di lavoro il 9 luglio scorso

GRANZE.  «Sei stato una meteora nella mia vita, sono fiera ed orgogliosa di essere stata la tua mamma. Ti ho insegnato tante cose, ma ora sono io a dirti grazie-. Grazie figlio mio, perchè adesso sono io che ho imparato da te. Ti ho perso nel corpo, ma sarai sempre nella mia anima» le parole commosse di mamma Rossella, che questa mattina ha dato l’ultimo saluto a suo figlio.

Oltre trecento persone nel piazzale davanti la piccola chiesa di Granze, una comunità che si è fermata per la cerimonia funebre di Vincenzo Billeci, che a soli 29 anni ha perso la vita dopo aver lottato per oltre 10 giorni dopo che un malore lo aveva colto sul logo di lavoro il 9 luglio scorso. Il padre Filippo, comandante della stazione dei Carabinieri di Battaglia Terme, dopo aver accarezzato a lungo la bara di suo figlio l’ha presa in spalla, aiutato dai colleghi per un momento di ricordo nei giardini del comune.

I colleghi della Komatsu che avevano prestato i primi soccorsi, i volontari della croce verde di cui Vincenzo faceva parte e le massime autorità dell’arma dei Carabinieri oltre a tanti amici e conoscenti si sono stretti nel ricordo di “Vinci”, con la sua musica preferita, lettere e ricordi, per dare l’ultimo saluto al caro amico che don Andrea ha ricordato come «un giovane altruista, che faceva del bene sottovoce, e che lo ha fatto fino alla fine, donando i suoi organi. Buon viaggio Vincenzo».

Pubblicato su Il Mattino di Padova