• Home
  •  > Notizie
  •  > Lesioni troppo gravi, Mattia Pagotto è morto

Lesioni troppo gravi, Mattia Pagotto è morto

Il ragazzo di 21 anni si era schiantato martedì alle 3 a Loreggiola, tradito da un malore alla guida. Il cordoglio del sindaco

CAMPOSAMPIERO

Non ce l’ha fatta Mattia Pagotto, il ragazzo di 21 anni uscito di strada alle 3 di martedì sulla Sanguettara a Loreggiola mentre stava tornando a casa, in via Bernardino da Feltre a Camposampiero, dove viveva con la mamma Monica. Il giovane è spirato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Pietro Cosma: fatali l’emorragia cerebrale e le lesioni interne riportate nel doppio schianto, prima sul muretto di una casa disabitata e poi contro il ponte della villetta nuova di una coppia appena sposata. Era stato trasportato in Neurochirurgia a Padova nell’estremo tentativo di un’operazione alla testa, che non è stato possibile effettuare per la gravità della situazione. Quindi è stato riportato a Camposampiero dove verso le 13 di ieri è stata dichiarata la morte cerebrale e in serata l’avvenuto decesso. La tragica fine di Mattia ha gettato nella disperazione i suoi genitori, Monica e Giampietro.

LO SCHIANTO

Mattia era stato subito soccorso da una famiglia che abita di fronte. «Una bomba», dice la donna per spiegare il rumore dello schianto. «Siamo corsi fuori, era tutto buio e non lo vedevamo. Pensavamo che fosse stato scaraventato fuori dall’auto, invece era sui sedili posteriori. Speravamo tanto che ce la facesse». Fra le ipotesi sulle cause che hanno provocato la fuoriuscita stradale c’era anche quella di un malore. Ci tiene a confermarla la zia materna: «Abbiamo parlato con i medici e posso dire che Mattia ha avuto un grave malore», dichiara, «anche in precedenza aveva patito qualche problema. Lunedì aveva passato la serata con un amico che è venuto a trovarci. Ci ha detto che quando uscivano insieme si scambiavano un messaggino all’arrivo a casa e non avendolo ricevuto ha provato a chiamarlo senza ricevere risposta e si è subito preoccupato».

«È un grande dolore la morte di questo giovane», dichiara il sindaco Katia Maccarrone, «voglio esprimere alla famiglia di Mattia il cordoglio mio e di tutti i compaesani».

I genitori di Mattia attendono adesso di poter dare l’ultimo saluto al loro ragazzo. La data non è stata ancora decisa. —

Giusy Andreoli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova