• Home
  •  > Notizie
  •  > Ventenne trovata morta seduta sotto un albero a Padova. Si sospetta un’overdose

Ventenne trovata morta seduta sotto un albero a Padova. Si sospetta un’overdose

Un passante l’ha notata in un tratto arginale a Voltabrusegana: rilievi della polizia, il pm dispone l’autopsia 

PADOVA. Ha dato l’allarme un podista sabato mattina che si era accorto di una ragazza accasciata che non dava segni di vita. In una stradina sterrata a pochi passi da via Isonzo a Voltabrusegana è stata rinvenuta una romena ventenne, si ipotizza sia morta per overdose ma la verità la dirà l’autopsia.

Per ora l’esame esterno del medico legale ha stabilito che non ci sono segni di colluttazione. Ore 10.30 lungo l’argine del Bacchiglione in una zona isolata tra la boscaglia fitta c’è un corpo a terra. Una donna seduta sotto ad un albero con la testa riversa all’indietro. La nota un uomo che sta facendo una passeggiata: spaventato chiama il 113 e il 118.

I sanitari del Suem constatano il decesso, arriva la polizia con la Scientifica. Si scopre subito la sua identità, si tratta di una ventenne romena, scomparsa da casa da qualche giorno: il 19 ottobre i genitori avevano allertato i carabinieri di Selvazzano che era sparita senza nessuna spiegazione. L’aveva fatto altre volte ed era sempre tornata.

Era in cura al Servizio Dipendenze per problemi di tossicodipendenza. Accanto al suo corpo sono state rinvenute delle boccette di metadone ma non si sa avesse appena assunto il farmaco. Di quanto accaduto è stato informato il magistrato di turno Benedetto Roberti che ha deciso di far effettuare una visita medico legale sul posto. Non sarebbero emerse lesioni che facciano pensare ad una morte violenta. La salma è stata posta sotto sequestro e verrà effettuata l’autopsia la settimana prossima. Ora gli agenti stanno cercando di ricostruire le ultime ore della ragazza: con chi sia stata e dove abbia vissuto da martedì a sabato. 

Pubblicato su Il Mattino di Padova