• Home
  •  > Notizie
  •  > Gita in montagna per andare a funghi. Sandonatese muore nel trevigiano

Gita in montagna per andare a funghi. Sandonatese muore nel trevigiano

Bruno Visintin, 68 anni, tradito dal freddo e dal cuore. Appena sceso dall’auto si è accasciato sotto gli occhi inorriditi degli amici

SAN DONA'. Una gita in montagna per andare a funghi con alcuni amici, ma Bruno Visintin, 68 anni, pensionato di San Donà, originario di Motta di Livenza, non è più tornato a casa. E' morto a causa di un malore che lo ha colto improvvisamente martedì 30 novembre a Fregona, località collinare in provincia di Treviso, dove era da poco arrivato.

Giusto il tempo di scendere dall'auto e gli amici lo hanno visto accasciarsi a terra primo di sensi. Hanno subito lanciato l'allarme e chiesto i soccorsi cercando di rianimarlo sul posto. E' atterrato anche l'elisoccorso, ma purtroppo per il 68enne non c'è stato più nulla da fare ed è morto probabilmente a causa di un infarto risultato fatale.

Gli amici non hanno potuto fare altro che avvertire i familiari che sono subito partiti da San Donà in auto per raggiungere l'ospedale di Belluno, dove era stata ricomposta la salma di Visintin.

A Belluno sono arrivate la moglie e la figlia. Con loro anche le onoranze funebri di Valerio Busato che hanno trasferito la salma di Bruno Visintin a San Donà in attesa di fissare la data dei funerali per l'ultimo saluto.

La notizia della sua tragica scomparsa è arrivata solo in serata in riva al Piave, nella sua stretta cerchia di amici e conoscenti che sono rimasti molto colpiti e si sono uniti al lutto della famiglia.

Fregona è una zona collinare il cui territorio comunale si allarga sull'area pedemontana a nord-est di Vittorio Veneto e su una consistente parte dell'altopiano del Cansiglio, comprese alcune delle cime attorno che superano di poco i 1500 metri. Per il resto gli abitanti vivono in una zona collinare tra i 600 e 700 metri, famosa per le passeggiate immersi nella natura e le gite a castagne e soprattutto funghi.

E proprio in cerca di funghi il sandonatese era partito la mattina presto con gli amici dalle rive del Piave per raggiungere le colline boscose, passeggiare e respirare aria buona anche se le temperature sono scese molto. Purtroppo il suo cuore ha ceduto poco dopo l'arrivo alla meta. 

Pubblicato su Il Mattino di Padova