• Home
  •  > Notizie
  •  > Auto tampona una bici a Padova, morto il ciclista 27enne

Auto tampona una bici a Padova, morto il ciclista 27enne

L’incidente è avvenuto la notte tra martedì e mercoledì nel lungargine Ziani, a Padova. La conducente dell’auto, una 76enne padovana, è indagata per omicidio stradale

PADOVA. Stava tornando dal lavoro, era notte fonda, e come di consueto in sella alla sua bicicletta percorreva il lungargine Ziani, nel tratto di strada che da Voltabarozzo conduce al ponte Quattro Martiri. Una nottata mite, di primavera, che poteva sembrare come tante altre per Yashodha Kaushan Chandrasena Kalahe Achari Mestrige, 27 anni, cingalese, ma che invece per il giovane è stata l’ultima. Un’automobile, proprio mentre pedalava in direzione di casa, l’ha investito e ucciso.

L’incidente

Era l’1. 25 della notte tra martedì e mercoledì. Yashodha Kaushan Chandrasena Kalahe Achari Mestrige aveva da poco finito il turno di lavoro nella ditta dove da qualche tempo era stato assunto come magazziniere. Stava tornando verso casa, in via Monte Versa, nel quartiere di Brusegana.

Era in sella alla sua bicicletta, un modello Bmt, quando all’improvviso, senza che neppure se ne accorgesse, è stato tamponato da un’automobile che proveniva dalla sua stessa direzione.

L’auto, una Mercedes Classe A, che da Voltabarozzo percorreva il lungargine Ziani in direzione di ponte Quattro Martiri, l’ha colpito in pieno. Alla guida c’era una donna, F. L. , 76 anni, residente in città. Probabilmente nel buio della notte non si è accorta della presenza in strda del 27enne in bicicletta e l’ha così travolto.

Yashodha Kaushan Chandrasena Kalahe Achari Mestrige nell’impatto è stato sbalzato in aria facendo un volo di diversi metri e cadendo rovinosamente a terra. Per lui non c’è stato nulla da fare. Troppo gravi purtroppo le ferite riportate perché il giovane riuscisse a sopravvivere.

I soccorsi

Sotto shock per l’accaduto è stata la stessa investitrice del 27enne a prestargli i primi soccorsi e a chiamare il 118. Nel giro di pochi minuti sul posto è arrivata un ambulanza del Suem oltre all’auto medica. I sanitari hanno cercato di fare il possibile per salvare la giovane vita, ma purtroppo non c’era già più nulla da fare. Le ferite riportate nella caduta, specialmente quelle alla testa, erano troppo gravi.

Nel lungargine Ziani subito dopo è arrivata anche una pattuglia della polizia locale, che ha eseguito i rilievi dell’incidente. Sia la Mercedes Class A che la bicicletta Bmt, coinvolte nell’incidente, sono state sequestrate.

Aperto un fascicolo in procura

Sull’incidente stradale e sulla morte del 27enne la Procura ha aperto un fascicolo. L’investitrice del giovane, la 76enne padovana, è stata iscritta nel registro degli indagati per il reato di omicidio stradale. La donna subito dopo l’incidente è stata sottoposta a test alcolemico e per l’uso di sostanze stupefacenti. Il pm Giorgio Falcone, titolare dell’inchiesta, sta ora attendendo gli esiti degli esami, che dovrebbero arrivare nel giro di qualche giorno. —

Pubblicato su Il Mattino di Padova