• Home
  •  > Notizie
  •  > Montegrotto, morto il comandante della stazione dei carabinieri Biagio D’Angiolillo

Montegrotto, morto il comandante della stazione dei carabinieri Biagio D’Angiolillo

Aveva perso anni fa un figlio di 9 anni, sempre per un tumore. Lutto anche a Bibione, dove aveva prestato servizio in precedenza

MONTEGROTTO TERME. La notizia era nell'aria da qualche ora, ma nessuno poteva effettivamente credere che sarebbe davvero finita così. La comunità di Montegrotto Terme, assieme a quella di Bibione, è sconvolta per la morte prematura di Biagio D'Angiolillo, il luogotenente al comando della stazione dei carabinieri di Montegrotto Terme. Aveva perso anni fa un figlio, di 9 anni, di nome Antonio, per colpa sempre di un male inesorabile.

A comunicare la notizia della dipartita del luogotenente è stata l'ex moglie, con la quale aveva mantenuto in vita rapporti amichevoli: la donna ha informato alle 17 il gruppo di carabinieri amici di lunga data di D'Angiolillo, originario di Vallo della Lucania, e insignito di un'onoreficenza dal Quirinale nel 2017.

Prima di Montegrotto ha prestato servizio a Bibione, in una fase decisiva della sua carriera. Lungo il litorale veneziano D'Angiolillo era cresciuto professionalmente e umanamente, prestando servizio dal 2002 al 2012. Sono stati 10 anni intensissimi, nei quali D'Angiolillo, che all'epoca era maresciallo, aveva intessuto rapporti d'amicizia con tante persone.

Dotato di grande umanità e carisma, si era poi trasferito a Montegrotto Terme, dove ha conseguito importati risultati nel contrasto alla piccola e grande criminalità, facendosi volere bene da tutta la comunità locale, esattamente come a Bibione. Ottimo sportivo, era un appassionato subacqueo. Col mare aveva un rapporto speciale. “In questo momento, davvero, non ci sono parole. La sua è stata una vita vissuta nella pienezza, nella buona e nella cattiva sorte – ha confidato un amico con emozione – . Era un grande professionista, e un grande uomo”. I funerali non sono stati ancora fissati.

Ecco il ricordo del sindaco di Montegrotto Riccardo Mortandello: “Grazie Comandante D'Angiolillo per tutto l'aiuto e per tutto quello che hai fatto per la nostra Montegrotto Terme. Avere avuto una guida e un supporto come quello che hai saputo darmi tu, è stato anche per me, fin dal primo giorno da Sindaco, un motivo per affrontare anche le situazioni più difficili con serenità. È stata, la nostra, una fiducia reciproca, costruita in crescendo, che mi ha fatto conoscere non solo il tuo lato professionale ma anche e soprattutto un lato umano vero, genuino e gentile nonostante le dure, durissime, prove che la vita ti ha riservato. Ciao Biagio, la terra ti sia lieve. Le mie più sentite condoglianze alla tua famiglia, ai tuoi compagni d'arma e a tutte le persone che ti volevano bene. Continua a guardarmi le spalle. Mancherai”.

Pubblicato su Il Mattino di Padova