• Home
  •  > Notizie
  •  > Cinquantenne travolta e uccisa mentre attraversa

Cinquantenne travolta e uccisa mentre attraversa

Tragedia a Piove di Sacco, stava tornando alla sua auto dopo una visita dal dentista: è spirata sul colpo

PIOVE DI SACCO. Incidente mortale mercoledì sera lungo via Leonardo da Vinci, nella zona industriale di Tognana: a perdere la vita Sonia Stramazzo, 51 anni, residente a Campolongo Maggiore. La donna è stata investita mentre attraversava la strada dalla Bmw Gt 530 condotta da W.S., trentasettenne di nazionalità cinese, che vive a Piove di Sacco. L’urto dell’auto non ha lasciato scampo alla cinquantunenne, sbalzata sul cofano, finita contro il parabrezza e quindi volata sull’asfalto. È morta sul colpo.

L’incidente si è verificato intorno alle 19.30 di fronte alla ditta Kima, a qualche centinaio di metri dalla rotonda da cui si raggiunge il centro della frazione di Tognana. Secondo quanto hanno ricostruito sul posto i carabinieri del Radiomobile di Piove di Sacco, Sonia Stramazzo aveva parcheggiato la sua Opel Mokka bianca davanti alla ditta Kima, nell’area di sosta esterna. Probabilmente stava tornando a prendere l’auto quando ha attraversato la strada ed è stata investita. La via non è molto illuminata, anche se ci sono un paio di lampioni nelle vicinanze del luogo dell’incidente.

Via Leonardo da Vinci è un rettilineo e ieri sera la visibilità era ottima. È tutto da capire anche per i carabinieri come sia avvenuto l’incidente. Da parte sua W.S.,nonostante il visibile stato di choc in cui si trovava, ha riferito ai militari, che lui stesso ha chiamato, di essersi trovato la donna davanti, di non averla vista per niente. Pare che il corpo, centrato con la parte anteriore sinistra della Bmw, sfondando il fanale, sia poi stato caricato sul cofano e quindi finito contro il parabrezza, in parte sfondando anche quello. Poi è volato sull’asfalto rovinando a terra, a qualche metro dal veicolo, sul lato della strada verso i campi. La borsetta è volata in mezzo alla carreggiata e tutto ciò che conteneva si è sparpagliato intorno.

Ma cosa ci faceva Sonia Stramazzo a quell’ora a piedi lungo quella strada? Una ipotesi pare sia stata fornita agli investigatori da un parente della donna, giunto sul posto poco dopo l’incidente. Avrebbe riferito che Sonia doveva andare dal suo dentista lì a Tognana e che aveva parcheggiato l’auto un po’ lontano perché non era pratica di manovre con il Suv nuovo. Certo è che nelle immediate vicinanze, al di là dell’azienda davanti alla quale la vittima ha lasciato la macchina, non c’è nulla: né negozi, né uffici, né ambulatori, né abitazioni. Solo aree di sosta da una parte e campi dall’altra. Dato l’orario in cui si è verificato l’incidente, si presume che la donna stesse attraversando per raggiungere l’auto. Se doveva andare dal dentista, probabilmente c’era già stata. In mezzo alla strada c’erano anche le chiavi dell’Opel Mokka: il loro ritrovamento ha fatto anche supporre che le siano cadute mentre attraversava di corsa e che si sia chinata per raccoglierle. Così i tempi che Sonia Stramazzo aveva calcolato per passare dall’altra parte della carreggiata sono saltati e la Bmw che le era sembrata lontana, se l’è ritrovata addosso. Anche questa per ora è solo un’ipotesi che deve trovare riscontro nei rilievi e nella ricostruzione della dinamica su cui stanno lavorando i carabinieri, con i quali ieri sera hanno collaborato i vigili del fuoco.

W.S., che non ha riportato ferite nell’incidente, è stato accompagnato all’ospedale per essere sottoposto agli esami del sangue per verificare se guidasse sotto l’effetto di alcol o stupefacenti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova