• Home
  •  > Notizie
  •  > È morto l’artista Italo Craffi domani l’addio a S. Girolamo

È morto l’artista Italo Craffi domani l’addio a S. Girolamo

ESTE. Este piange uno degli artisti più talentuosi della recente storia culturale della città. Domenica sera è morto, all’età di 90 anni, il pittore e ceramista Italo Craffi (nella foto)....

ESTE. Este piange uno degli artisti più talentuosi della recente storia culturale della città. Domenica sera è morto, all’età di 90 anni, il pittore e ceramista Italo Craffi (nella foto). Incoraggiato a dedicarsi alla pittura da Adolfo Callegari, artista e studioso nonché direttore del Museo Nazionale Atestino (il padre di Craffi vi lavorava come custode e restauratore), e poi dal paesaggista Agostino Bellamio, Craffi – per quattro decenni anche dipendente della Banca Cattolica del Veneto – si è formato da autodidatta. La sua prima mostra personale è stata nel 1949 a Este. Nel corso della sua carriera ha frequentato l’Università Internazionale dell’Arte a Venezia e l’Opificio delle Pietre Dure a Firenze, entrando in contatto con personalità del calibro di Giorgio De Chirico e Hans Hartung e approfondendo anche l’arte della ceramica. Invitato a premi e rassegne nazionali e internazionali (in Grecia, Spagna, Austria, Germania, Belgio, Francia, Svizzera, Giappone e Usa) ha conseguito numerosi premi, su tutti il premio internazionale “Tokyo 2011”. Ad Este, oltre che per la sua attività artistica, era conosciuto anche per l’intraprendenza sul fronte associativo: è stato tra i fondatori del Club Ignoranti e della sezione atestina del Cai, e ha partecipato per anni alle attività della Pro loco. I loghi disegnati da Craffi sono tuttora simboli utilizzati dalle varie associazioni atestine nelle testate dei loro periodici o nelle facciate delle tessere associative. Le opere di Craffi, in questi giorni, erano ospitate anche dalla Biennale internazionale d’arte di Palermo. L’artista lascia la moglie Francesca e le figlie Stefania e Alessandra. Il funerale di Italo Craffi sarà celebrato domattina alle 10 nella chiesa di San Girolamo. (n.c.)

Pubblicato su Il Mattino di Padova