• Home
  •  > Notizie
  •  > Transpolesana, due operai travolti da un tir

Transpolesana, due operai travolti da un tir

Stavano lavorando per sistemare l’asfalto rovinato dal maltempo: le vittime avevano 45 e 64 anni

ROVIGO. Travolti e uccisi da un tir. Le vittime della tragedia di venerdì notte sono due operai polesani. Erano al lavoro per sistemare delle buche che si trovavano sull’asfalto della Transpolesana che collega Rovigo a Verona. Buche che, probabilmente, si erano create dopo i danni dovuti al maltempo di questi giorni. Le vittime sono Albano Casello, di 45 anni, e Franco Tridello di 64. Entrambi abitavano a Lendinara e lavoravano per la ditta Verde impianti di Villanova del Ghebbo.

L’incidente è accaduto attorno alle 22.45 di venerdì nella corsia sud verso Rovigo, tra lo svincolo per la Valdastico e Crocetta, una frazione di Badia Polesine.

Il tir, un Iveco che proveniva da Verona e procedeva verso Rovigo, era guidato da M.P., 59 anni, di Ferrara, della ditta “Plm” di Bondeno. Il veicolo ha travolto i due operai che sul lato destro della strada stavano sistemando, per conto dell’Anas, delle buche causate dal maltempo. In sostanza, i due erano dipendenti di una ditta che ha un subappalto dall’Anas. Si tratta dunque di un incidente sul lavoro.

Gli operai non hanno avuto scampo. Uno dei due è rimasto intrappolato sotto il mezzo pesante. E il tir poi ha finito la sua corsa tamponando il camioncino Nissan con il quale Casello e Tridello erano arrivati in Transpolesana. Il conducente è rimasto illeso e ha chiamato subito i soccorsi.

Secondo i primi accertamenti dei carabinieri della compagnia di Rovigo, le due vittime indossavano i giubbotti catarifrangenti. Gli accertamenti sulla segnaletica del cantiere sono in corso da parte dei militari dell’Arma e dei tecnici dello Spisal dell’Usl 18.

Immediato l’arrivo dei sanitari del Suem, dei carabinieri e dei vigili del fuoco.

Ci sono volute ore di lavoro per estrarre i corpi dei due uomini e liberare la strada. I pompieri, anche da fuori provincia, e i militari del’Arma hanno dovuto lavorare fino a tarda notte. Il magistrato di turno ha fatto eseguire un esame esterno e ha messo sotto sequestro i mezzi coinvolti nell’incidente. Per il momento non sarà disposta l’autopsia sui corpi dei due operai. È stato aperto comunque un fascicolo per omicidio colposo a carico dell’autista del camion, che è già stato sottoposto ai prelievi per gli accertamenti tossicologici.

Un altro incidente mortale è avvenuto lungo la Transpolesana ieri mattina alle 6.30. Ha perso la vita Mauro Bregantin, 50 anni, pizzaiolo di Canda, che è uscito di strada all’altezza dello svincolo per Carpi, nel territorio del comune di Castagnaro. L’uomo è finito in un fossato.

Pubblicato su Il Mattino di Padova