• Home
  •  > Notizie
  •  > Santa Giustina in Colle: portato via dal male il sorriso di Chicca pallavolista di 32 anni

Santa Giustina in Colle: portato via dal male il sorriso di Chicca pallavolista di 32 anni

La giovane ha lottato contro la leucemia: venerdì è morta.  Aveva tentato le cure alternative, poi abbandonate

La comunità di Fratte piange una giovane del paese, spirata l'altra notte a causa di un malattia al sistema linfatico che l’aveva colpita quasi cinque anni fa. Federica De Blasi, pallavolista prima della squadra di Fratte e poi del Loreggia volley, avrebbe compiuto 33 anni il prossimo 24 Agosto. Chicca era la secondogenita di papà Gastone e mamma Mariarosa Pegoraro; con le sorelle Valeria, 34 anni, Greta, 28 e Aurora, di 23 formava un quartetto affiatatissimo.

la malattia

Molto amata da tutta la famiglia, Federica aveva tanti amici, tante aspettative future e un sogno da realizzare: tornare in Grecia dov’era andata in vacanza. Il male si è manifestato nel dicembre 2014 con un intenso prurito. Federica si era rivolta a un dermatologo, che le aveva consigliato di approfondire. «Quando ce ne siamo accorti la malattia, un linfoma di Hodgkin, era già avanti» sospira il papà. Federica si è sottoposta alle cure prescritte da un oncologo. «Mesi di terapie tanto che a un certo punto aveva deciso di sospendere facendo qualche cura alternativa» dice De Biasi «poi aveva prevalso la volontà di guarire e si era affidata a un valente oncologo trovando in lui la persona giusta, che ha saputo seguirla e consigliarla e che l’adorava».

le cure

Federica aveva ripreso le cure con grande volontà e determinazione provando tutte le strade possibili. «Voleva guarire e ce l’ha messa tutta» dice la sorella Greta «il suo essere sportiva le ha dato tanto coraggio». La malattia era purtroppo progredita e l’aveva gravemente debilitata. I genitori le sono rimasti sempre accanto. «Non la vedevamo bene e non l’abbiamo lasciata un istante» dice il papà «alle 2.45 di venerdì mattina la nostra Chicca ci ha lasciato per sempre mentre una lacrima le rigava il bel volto».

il lutto

La triste notizia ha subito varcato i confini di Santa Giustina in Colle. «Federica era una ragazza vivace e intelligente, sempre corretta e leale. Si faceva voler bene da tutti, per questo aveva tantissimi amici» la ricorda il papà. «Ci ha dato tante soddisfazioni. Si è diplomata in ragioneria con ottimi voti ed è stata subito assunta da un’agenzia assicurativa. Ma la sua passione era lavorare nel negozio di abbigliamento che gestiamo sotto casa». Finché ha potuto, Federica ha aiutato i genitori nell’attività di famiglia. Il funerale sarà lunedì, alle 16. 30, a Fratte. —

 

Pubblicato su Il Mattino di Padova