• Home
  •  > Notizie
  •  > Omicidio all’Arcella Il sopravvissuto chiede i danni

Omicidio all’Arcella Il sopravvissuto chiede i danni

Sarà giudicato con un rito abbreviato condizionato, che prevede lo sconto di un terzo della pena, Sanjay Budhwar, 37 anni, l’indiano finito sul banco degli imputati per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi, incendio doloso e tentato omicidio. La vittima Hoshiar Singh, 45 anni, ospite nella sua abitazione all’Arcella, fu aggredito nel sonno mentre dormiva il 10 febbraio scorso. Gli ultimi due reati riguardano il vicino di casa, il pachistano Habib Ur Rehman Muhammad, 45 anni, capace di resistere all’assalto e disarmare Budwhar. Il gup Domenica Gambardella ha accolto la richiesta della difesa (la penalista Barbara Cotrufo) accettando l’audizione del consulente di parte, il medico legale Alberto Passeri. Il motivo? Anche se dal 20 aprile il rito alternativo non è più applicabile ai reati punibili con l’ergastolo, il fatto risale a due mesi prima. Il vicino (difensore l’avvocato Giuseppe Pavan( ha chiesto 50 mila euro di risarcimento. Di nuovo in aula il 16 dicembre. —

Pubblicato su Il Mattino di Padova