• Home
  •  > Notizie
  •  > Travolta dall’auto, l’anziana non ce l’ha fatta

Travolta dall’auto, l’anziana non ce l’ha fatta

Annita Zulian, 81 anni, era stata la maestra del paese. Il conducente della macchina indagato per omicidio stradale



Non ce l’ha fatta, la maestra del paese - amata da tutti - non è riuscita a sopravvivere alle ferite riportate dopo essere stata travolta da un’auto mercoledì pomeriggio davanti all’Aliper di Fontaniva. Lascia una comunità commossa Annita Zulian, 81 anni, che abitava in via Marconi, a pochi passi dallo schianto fatale e che ha fatto scattare una denuncia per omicidio stradale nei confronti dell’investitore, un 47enne di Tombolo.

Le condizioni dell’anziana erano apparse critiche fin dall’inizio, numerose le fratture riportate unite ad una emorragia al torace. È stata sottoposta ad un intervento chirurgico. Subito dopo l’impatto era cosciente, rispondeva, poi è andata in choc emorragico. L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di mercoledì in via Marconi, all’altezza del centro commerciale Aliper. Erano le 16.30. La donna è mancata una decina di minuti prima dell’una della scorsa notte. Lascia i figli Leonardo Sartore, direttore della Chirurgia plastica di Vicenza, e Nicola, ingegnere alla Allnex Italy di Romano d’Ezzelino, nel vicentino.

«La mamma stava rincasando dopo essere andata a far visita ad una signora che abita di fronte a casa sua», spiegano i figli, «le faceva piacere farle compagnia e lo ha fatto anche mercoledì nonostante il cattivo tempo». Ora rimane il vuoto lasciato da Annita, che è stata maestra elementare a Fontaniva e che buona parte della sua vita l’ha dedicata all’insegnamento. «Era benvoluta da tutte le sue classi, tanto che i suoi alunni venivano ancora a trovarla», continuano, «Ha lasciato un buon ricordo. Credente, frequentava regolarmente la messa in parrocchia. Affabile e amabile, era sempre disponibile, pronta al dialogo, alla battuta, uno spirito intelligente ed un carattere forte, orgogliosa di essere autosufficiente, perché nella sua autonomia trovava la forza e la bellezza di sentirsi viva».

Il funerale deve ancora essere fissato, si attende il via libera dell’autorità giudiziaria. Per l’investitore è scattata l’accusa di omicidio stradale: una pattuglia dei carabinieri del Radiomobile di Cittadella aveva ricostruito la dinamica dello scontro e prima del decesso aveva già denunciato per il reato di lesioni stradali gravissime il 47enne. Secondo quanto è emerso, l’uomo era alla guida della sua Renault Twingo e viaggiava da Cittadella verso il centro di Fontaniva quando ha travolto la pensionata: la vittima stava attraversando la strada giusto davanti al supermercato al confine tra i due territori comunali.

Le condizioni della vittima sono apparse fin da subito critiche ed è stato quindi richiesto l’intervento dei sanitari del 118; dal pronto soccorso della città murata è partita un’ambulanza che ha raggiunto il luogo dello schianto in pochissimi minuti e ha trasferito l’ottantenne in ospedale; i medici ne hanno valutato le condizioni ed hanno deciso di procedere con un complesso intervento chirurgico.

Il veicolo è stato posto sotto sequestro; gli uomini dell’Arma hanno effettuato il controllo alcolemico, risultato negativo: l’investitore non aveva bevuto.



Pubblicato su Il Mattino di Padova