Chiese in Provincia di Rovigo - città di : Chiesa di Santa Margherita Vergine e Martire

Chiesa di Santa Margherita Vergine e Martire
S. Margherita vergine e martire

ROVIGO
P.zza S. Margherita 1 - Sarzano, Rovigo (RO)
Culto: Cattolico
Diocesi: Adria - Rovigo
Tipologia: chiesa
La Chiesa di Santa Margherita sorge nella frazione di Sarzano, preceduta da un ampio sagrato, con orientamento Est-Ovest. La facciata, in mattoni a vista, è a capanna. Al centro si apre l'unico portale, rettangolare, rialzato sul piano del sagrato di quattro gradini in pietra. La facciata è percorsa da file sovrapposte di buche pontaie. Al centro del timpano si trova un orologio. Al cento dei fronti laterali si addossano i volumi più bassi di una cappella votiva per lato, a pianta... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La Chiesa di Santa Margherita sorge nella frazione di Sarzano, preceduta da un ampio sagrato, con orientamento Est-Ovest. La facciata, in mattoni a vista, è a capanna. Al centro si apre l'unico portale, rettangolare, rialzato sul piano del sagrato di quattro gradini in pietra. La facciata è percorsa da file sovrapposte di buche pontaie. Al centro del timpano si trova un orologio. Al cento dei fronti laterali si addossano i volumi più bassi di una cappella votiva per lato, a pianta rettangolare. Nei fronti laterali si aprono tre finestroni rettangolari per lato. Sul retro i volumi del presbiterio e dell'abside semicircolare sono più bassi rispetto a quello della navata. Nella parte superiore dei fronti laterali del presbiterio si aprono un finestrone a lunetta per lato e in quelli inferiori dell'abside due finestroni rettangolari. Al fronte destro del presbiterio si addossa la moderna sagrestia. Sulla sinistra del presbiterio si addossa la torre campanaria, a pianta quadrata termina con una cella aperta sui quattro lati da monofore a tutto sesto, sormontata da un tamburo ottagonale, coperto da cupolino con manto in cotto. Al campanile si addossa, sul retro, la vecchia sagrestia.

Pianta

Schema planimetrico ad aula rettangolare, coperta da volta a padiglione, con la volta forata dalle unghie dei finestroni del claristerio. Le pareti laterali della navata sono scandite da tre alte lesene tuscaniche per lato, tra le quali corrono archi a tutto sesto. In corrispondenza della campate centrali si aprono due cappelle votive, a pianta rettangolare, coperte da soffitto piano, quella di sinistra dedicata al Sacro Cuore, quella di destra all'Immacolata. Al di sopra delle lesene corre una trabeazione in leggero aggetto, che si interrompe al centro della controfacciata dove si addossa la cantoria lignea. Il presbiterio, rialzato di tre gradini, in marmo, sul piano della chiesa, si apre sulla navata con un arco a tutto sesto. A pianta rettangolare, a unica campata è voltato a crociera. L'abside semicircolare si apre sul presbiterio con un arco a tutto sesto ed è tripartita da lesene tuscaniche, al di sopra delle quali corre una cornice modanata, in leggero aggetto. L'abside è coperta da una semicupola.

Coperture

Tetto a due falde sulla navata e sul presbiterio. Manto di copertura in coppi di cotto.

Pavimenti e pavimentazioni

In mattonelle di graniglia di cemento, lungo la navata e mattonelle di marmo policromo nel presbiterio e nell'abside.

Elementi decorativi

Volte affrescate con figure di angeli e santi. La volta a padiglione presenta uno specchio centrale affrescato con la raffigurazione del Martirio di Santa Margherita.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura di mattoni a vista portante.

XIV - XV (preesistenze intero bene)

Le prime notizie sulla presenza a Sarzano di un edificio sacro risalgono al XIV secolo. Era sorto come succursale suburbana del Duomo di Rovigo, da cui fu smembrato agli inizi del '400 divenendo parrocchia autonoma.

1542 - 1772 (completamento intero bene)

La chiesa, descritta nella visita pastorale del vicario Zerbinati (1542), era dotata di due soli altari: il maggiore intitolato a S.Margherita ed un altro, con accanto il fonte battesimale, a S.Urbano. Un peggioramento della situazione è registrato dalla visita Peroto del 1604: tetto, pareti e pavimento in cattivo stato di conservazione. Solo nella seconda metà del '700 il parroco don Giacomo Miazzi avviò il recupero della chiesa, che venne arricchita da tre nuovi altari marmorei, oltre al maggiore i due laterali dedicati alla Madonna del Rosario e del Parto.

1772 - 1816 (rifacimento intero bene)

A partire dal 1772, per iniziativa del parroco don Francesco Antonio Mazzetto, vengono ricostruiti presbiterio, coro e sacrestia, lavori che si concluderanno nel 1801. La visita del vescovo Ravasi del 1816 registrerà inoltre la presenza di cinque altari.

1864 - 1864 (demolizione totale intero bene)

Il 26 aprile 1864 le truppe austriache in ritirata distrussero interamente la chiesa di Sarzano, poichè impediva la visuale del campo di battaglia.

1869 - 1876 (ricostruzione intero bene)

Don Domenico Marini, giunto a Sarzano nel 1869, avviò la costruzione della nuova chiesa, che si concluse nel giro di pochi anni. Il monumentale progetto dell'architetto ing. Alessandro Bragadin venne realizzato solo in parte. Nel 1876 la chiesa fu benedetta e aperta al pubblico dei fedeli.

1920 - 1927 (completamento campanile)

Nel 1920 fu completato il campanile e nel 1927 avvenne la consacrazione da parte del vescovo mons. Anselmo Rizzi.

1984 - 1993 (restauro intero bene)

Nel 1984 una prima volta e successivamente nel 1993 è stata rifatta la copertura del tetto.

Mappa

Cimiteri a ROVIGO

Via Antonio Gramsci 33 Ariano Nel Polesine (Ro)

Via Colombano Castelnovo Bariano (Ro)

Via Argine Sabato 278 Stienta (Ro)

Onoranze funebri a ROVIGO

Via Provasi 7/E Castelmassa

Via Monte Grappa 3/B Lendinara

Via Sichirollo Giacomo 23 Rovigo