Chiese in Provincia di Rovigo - città di : Chiesa di San Marco

Chiesa di San Marco
Antica chiesa di S. Marco S. Marco

ROVIGO
Via D. Angeli 8 - Buso, Rovigo (RO)
Culto: Cattolico
Diocesi: Adria - Rovigo
Tipologia: chiesa
La Chiesa di San Marco evangelista sorge nella frazione di Buso, con orientamento Est-Ovest. La facciata barocca, che aggetta leggermente rispetto al corpo ottagonale della chiesa, è a capanna, su due ordini. Al primo ordine la facciata è tripartita e rinserrata agli angoli da lesene doriche, su alto basamento continuo. Al di sopra delle lesene corre una trabeazione spezzata in leggero aggetto. Al centro si apre l'unico portale, rettangolare, affiancato da lesene doriche a fascio che... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La Chiesa di San Marco evangelista sorge nella frazione di Buso, con orientamento Est-Ovest. La facciata barocca, che aggetta leggermente rispetto al corpo ottagonale della chiesa, è a capanna, su due ordini. Al primo ordine la facciata è tripartita e rinserrata agli angoli da lesene doriche, su alto basamento continuo. Al di sopra delle lesene corre una trabeazione spezzata in leggero aggetto. Al centro si apre l'unico portale, rettangolare, affiancato da lesene doriche a fascio che sorreggono una cornice modanata. Al secondo ordine la facciata è rinserrata agli angoli da lesene doriche e sormontata da un frontone triangolare. La parte superiore della facciata si raccorda a quella inferiore con rampanti curvilinei chiusi ai lati da pilastrini con pinnacoli piramidali. Al centro della facciata, nella parte superiore si apre un finestrone esagonale. Ai lati della facciata, sulla sinistra si addossa il volume del Battistero, esagonale, a destra quello di una cappella votiva. Nella parte superiore dei fronti laterali, in mattoni a vista, si aprono monofore strombate a sesto ribassato. Nel fronte centrale destro si apre un portale feriale rettangolare. Sul retro si addossa il corpo più basso della sagrestia.

Pianta

Schema planimetrico ad aula ottagonale con lesene doriche binate, su alti basamenti, sugli angoli. Tra le lesene, al centro di ogni campata si aprono, con archi a tutto sesto, vani rettangolari poco profondi, coperti a botte, che ospitano gli altari votivi. Al di sopra delle lesene corre una trabeazione spezzata in aggetto. Al di sopra della trabeazione un secondo ordine di lesene binate, tra le quali si aprono i finestroni del claristerio.

Coperture

Tetto a otto falde sulla navata. Manto di copertura in coppi di cotto.

Pavimenti e pavimentazioni

In mattonelle di cotto.

Elementi decorativi

Affreschi negli specchi tra le lesene del secondo ordine, con immagini di angeli.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura di mattoni a vista portante.

XII - XIV (preesistenze intorno)

I primi riferimenti alla presenza a Buso di una chiesa intitolata a S.Marco risalgono al XII secolo: un'investitura concessa dal vescovo di Adria Pietro III all'abate di S.Michele all'Adige sulla chiesa di "S.Marco del Buso". Il patto sarà rinnovato anche in seguito con le stesse clausole. A partire dal 1309 si conoscono i nomi di rettori e amministratori che si avvicendarono nella chiesa di S.Marco.

1419 - XVI (preesistenze carattere generale)

Nel 1419 a causa di una disastrosa alluvione la chiesa subì danni tali che il vescovo Giacomo degli Obizzi affidò la cura d'anime di Buso al rettore di Sarzano. Le frequenti inondazioni nell'arco di 150 anni, disperdendo la popolazione, costrinsero l'autorità religiosa ad unire in un'unica cura gli abitanti delle vicine località di Buso,Sarzano e Villadose.

1604 - XVII (preesistenze intero bene)

Troviamo la prima descrizione della chiesa di S.Marco nella visita pastorale (1604) del vicario Peroto: la fabbrica è orientata a levante, accanto s'innalza il campanile, all'interno si trova un unico altare. Le relazioni delle successive visite pastorali (vescovi Vaira, Retano e Labia) non registrano cambiamenti significativi.

1730 - 1761 (ricostruzione intero bene)

Un intraprendente rettore, don Carlo Astolfi, nel 1730 diede il via alla ricostruzione della chiesa, mantenendo l'impianto planimetrico ottagonale di quella precedente. I lavori procedettero tra molte difficoltà e in modo discontinuo, solo nel 1761 col compimento del campanile l'operazione si concluse.

1816 - 1921 (completamento intero bene)

Nel 1816 la chiesa risultava dotata di tre altari: il maggiore, quello del Santissimo e quello del Rosario, ma non era ancora stata consacrata, lo sarà solo nel 1921.

1960 - 1962 (abbandono intero bene)

Nel 1960 le autorità competenti dichiararono l'inagibilità dell'edificio per le gravi condizioni di degrado in cui versava. Due anni dopo ebbe inizio la costruzione della nuova chiesa e la vecchia venne definitivamente abbandonata.

Mappa

Cimiteri a ROVIGO

Via Cimitero Arqua' Polesine (Ro)

Via Dei Pini 10 (Ro)

Via Migliorini Badia Polesine (Ro)

Onoranze funebri a ROVIGO

Via Battisti Cesare 760 Fiesso Umbertiano

Via Marconi 232 San Martino Di Venezze

Via Dante Alighieri 4 Rovigo