Chiese in Provincia di Rovigo - città di : Chiesa di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria

Chiesa di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria
S. Giuseppe sposo della Beata Vergine Maria

ROVIGO
Via Eridania 5 - Lama Polesine, Ceregnano (RO)
Culto: Cattolico
Diocesi: Adria - Rovigo
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria sorge in Lama, con orientamento Nord-Sud, preceduta da un ampia scalinata. La moderna chiesa presenta una facciata a capanna, a vento, con il fronte interrotto al centro, ove si inserisce un alto finestrone rettangolare con vetrata policroma. Un unico portale rettangolare si apre al centro della facciata, coperto da tettoia piana su mensole. I fronti laterali, in mattoni a vista, a corsi longitudinali alternati chiari e scuri,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria sorge in Lama, con orientamento Nord-Sud, preceduta da un ampia scalinata. La moderna chiesa presenta una facciata a capanna, a vento, con il fronte interrotto al centro, ove si inserisce un alto finestrone rettangolare con vetrata policroma. Un unico portale rettangolare si apre al centro della facciata, coperto da tettoia piana su mensole. I fronti laterali, in mattoni a vista, a corsi longitudinali alternati chiari e scuri, presentano nella parte superiore una serie di strette ferritoie. Ai fronti laterali si addossano i bassi volumi delle cappelle votive, senza soluzione di continuità, illuminate da finestroni a fascia scanditi da pilastrini. Nei fronti laterali, in prossimità della facciata, si aprono gli accessi feriali alla chiesa. In corrispondenza del presbiterio aggettano gli alti volumi, a lama, del transetto i cui stretti fronti sono forati da alti finestroni rettangolari. Sul lato sinistro e sul retro della chiesa si addossa la Canonica.

Pianta

Schema planimetrico basilicale, a unica navata, coperta da tetto a falde con controsoffitto e travi a vista lignee. Nella parete sinistra si aprono gli accessi alle cappelle votive. Il presbiterio è rialzato di tre gradini sul piano della chiesa e si apre a risega, con pareti oblique verso la navata. Il presbiterio è coperto da tetto a vele con travi lignee a vista.

Coperture

Tetto a falde con manto in coppi.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in lastre di marmo bianco e rosso.

1900 - 1952 (preesistenze intorno)

Agli inizi del '900 si decise di allestire a Lama Polesine una cappella, sia pure provvisoria, in una sala pubblica nei pressi della stazione ferroviaria, dove poter assistere alla messa festiva. In origine era solo un servizio saltuario ma, terminato il secondo conflitto mondiale, nacque la nuova parrocchia di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria (6 giugno 1946). Nel 1951 dopo la grande alluvione fu rinvenuto nei pressi di Lama, impigliato in una siepe, un grande Crocefisso. La suggestione del fatto commosse l'animo degli abitanti tanto che il Cristo, nel frattempo ripulito dal fango ed esposto nella sala-chiesa (1952), divenne oggetto di profonda devozione. Negli anni successivi fu purtroppo relegato in un ripostiglio assieme ad altri oggetti sacri e profani.

1961 - 1964 (costruzione intero bene)

Si costituì nel 1961 un comitato, animato dal nuovo parroco don Ferdinando Altafini, che doveva occuparsi innanzitutto del trasferimento del Crocifisso in chiesa eppoi dell'istituzione di una festa in ricordo del suo ritrovamento, il 7 maggio di ogni anno. Altro importante obiettivo di don Altafini e del comitato era la costruzione di una chiesa in onore del Cristo "Alluvionato". La Società Eridania Zuccheri di Genova mise a disposizione gratuitamente il terreno, il professor Vittorio Milan predispose il progetto della nuova chiesa assieme all'ing. Ivo Bolzoni che ne curò i calcoli. Ebbero così inizio nell'aprile 1963 i lavori del nuovo tempio, di cui il vescovo Mazzocco benedì la pietra angolare il 22 maggio dello stesso anno. Quando ormai i lavori erano a buon punto e si iniziava la posa in opera delle capriate i muri perimetrali evidenziarono preoccupanti crepe e fenditure, causate dal tipo di calce usata. Non esistendo rimedi si dovette demolire completamente l'edificio.

1967 - 1968 (rifacimento intero bene)

Rifatta nello stesso luogo, la chiesa attuale ripete lo schema della precedente, redatto dal prof. Milan, con qualche variazione per adeguarlo alle nuove norme liturgiche introdotte dal Concilio Vaticano II. I lavori di ricostruzione iniziarono nella primavera del 1967 e furono completati nell'autunno seguente. La notte di Natale 1968 con solenne cerimonia venne finalmente inaugurata la nuova chiesa dedicata al Cristo "Alluvionato".

Mappa

Cimiteri a ROVIGO

Via Argine Sabato 278 Stienta (Ro)

Via Monsignor Luigi Maragno Villadose (Ro)

Via Fiesso Occhiobello (Ro)

Onoranze funebri a ROVIGO

Via Roma 17 Taglio Di Po

Via Roma 43 Arqua' Polesine

Via Badaloni 64 Rovigo