Chiese in Provincia di Rovigo - città di : Chiesa di San Nicola Vescovo

Chiesa di San Nicola Vescovo

ROVIGO
Via Barbuglio - Barbuglio, Lendinara (RO)
Culto: Cattolico
Diocesi: Adria - Rovigo
Tipologia: chiesa
La chiesa di San Nicola Vescovo sorge in Barbuglio, lungo la Strada Comunale, con orientamento Nord-Sud. La chiesa in mattoni a vista presenta una facciata a salienti, neo romanica, con i fronti rinserrati ai lati da contrafforti. Nella parte centrale si apre l'unico portale, strombato, a tutto sesto, con protiro in leggero aggetto. La parte inferiore della facciata è percorsa da una doppia cornice in aggetto tra le lesene. Ai lati si aprono due alte monofore a tutto sesto. Al di sopra del... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di San Nicola Vescovo sorge in Barbuglio, lungo la Strada Comunale, con orientamento Nord-Sud. La chiesa in mattoni a vista presenta una facciata a salienti, neo romanica, con i fronti rinserrati ai lati da contrafforti. Nella parte centrale si apre l'unico portale, strombato, a tutto sesto, con protiro in leggero aggetto. La parte inferiore della facciata è percorsa da una doppia cornice in aggetto tra le lesene. Ai lati si aprono due alte monofore a tutto sesto. Al di sopra del portale si apre una trifora con colonnine centrali in marmo. Sul retro, nell'abside poligonale e nei bracci del transetto, si aprono finestroni rettangolari.

Pianta

Schema planimetrico basilicale, a unica navata, coperta da soffitto piano. Le pareti dell'aula sono scandite in tre campate da lesene doriche, tra le quali si aprono gli accessi alle cappelle sussidiarie e ai confessionali. I bracci del transetto accolgono gli altari votivi e si aprono verso la navata con alti archi a tutto sesto. Il presbiterio, rialzato di due gradini in marmo rosso sul piano della chiesa, si apre anch'esso verso la navata con un arco trionfale a tutto sesto, su pilastri murali, nei quali verso l'aula si inseriscono gli accessi alla sagrestia. Il presbiterio e l'abside poligonale sono coperti da soffitto piano. Il presbiterio è separato dall'abside da uno schermo murario in marmo che si addossa ai lati dell'altare maggiore.

Coperture

Tetto a falde con manto in coppi.

Pavimenti e pavimentazioni

Pavimento in lastre quadrate di marmo rosso e bianco, poste a scacchiera.

Elementi decorativi

Gli specchi delle lesene sono dipinti a motivi floreali.

Impianto strutturale

Strutture verticali in muratura di mattoni portante.

1555 - 1569 (preesistenze intorno)

Nel 1555, dopo aver ottenuto il placet dall'abate della Vangadizza e dal parroco di Saguedo, fu eretto a ridosso dell'argine dell'Adige il primo oratorio intitolato a San Nicola. Inizialmente aggregato alla parrocchia di Saguedo divenne indipendente nel 1567 e, dopo la consacrazione nel 1569, fu nominato il primo parroco. La chiesa primitiva era dotata di tre altari e del battistero.

1592 - 1774 (rifacimento intorno)

Attorno al 1592 ci fu un rifacimento ed un ingrandimento della chiesa. Nel 1762 l'edificio fu allungato e alzato, intervento che verrà completato nel 1774. La nuova chiesa era dotata di cinque altari dedicati rispettivamente a S. Nicola, alla B.V. del Rosario, a S. Antonio di Padova, a S. Valentino, a S. Giuseppe.

1792 - 1843 (cambiamento di Diocesi intorno)

Nel 1792, soppressa l'abbazia della Vangadizza, Barbuglio passò sotto la giurisdizione ecclesiastica della Diocesi di Adria. Il vescovo Squarcina, in visita pastorale nel 1843, conferma la presenza di cinque altari all'interno della chiesa lunga 56 piedi e larga 28. La facciata era decorata da statue in marmo di Custoza raffiguranti l'Immacolata e i Santi Nicola, Valentino, Antonio e Giovanni Battista.

1919 - 1946 (costruzione intero bene)

A seguito di un Regio Decreto emesso nel 1875 per il rinforzo degli argini dell'Adige, nel 1919-1920 il complesso: antica chiesa, campanile e canonica dovette essere demolito e ricostruito nelle vicinanze su progetto degli ingegneri Pietro Zerbini e Jorik Gasparetto. Il materiale della demolizione fu usato per la nuova chiesa, completata in parte, dopo diverse difficoltà, nel 1927, come si legge in facciata. Si tratta di un tempio a navata unica con un altare per lato. Infine, per iniziativa del parroco don Filippo Roccati, furono realizzati la pavimentazione, gli intonaci e il campanile nel 1946.

Mappa

Cimiteri a ROVIGO

Via Migliorini Badia Polesine (Ro)

Via Fiesso Occhiobello (Ro)

Via Colombano Castelnovo Bariano (Ro)

Onoranze funebri a ROVIGO

Via S. Francesco 43 Adria

Via Dante 50 Costa Di Rovigo

Via Trevisan 7/A Ariano Nel Polesine