Chiese in Provincia di Rovigo - città di : Chiesa della Visitazione di Maria Santissima

Chiesa della Visitazione di Maria Santissima
Chiesa della Beata Vergine della Visitazione Visitazione di Maria SS.

ROVIGO
Piazza Marconi - Donada, Porto Viro (RO)
Culto: Cattolico
Diocesi: Chioggia
Tipologia: chiesa
La chiesa, della Visitazione di Maria Santissima in località Donada di Porto Viro, è stata costruita nel 1845, mentre la facciata principale è stata rimodellata nel 1911. Essa è realizzata in stile neoclassico, ed è caratterizzata dalla presenza di quattro semipilastri, di ordine gigante, che sorreggono il frontone triangolare; quest'ultimo decorato con modanature e dentelli ma anche, nei vertici, con statue di santi. Internamente la chiesa dispone di un'aula rettangolare terminante con... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa, della Visitazione di Maria Santissima in località Donada di Porto Viro, è stata costruita nel 1845, mentre la facciata principale è stata rimodellata nel 1911. Essa è realizzata in stile neoclassico, ed è caratterizzata dalla presenza di quattro semipilastri, di ordine gigante, che sorreggono il frontone triangolare; quest'ultimo decorato con modanature e dentelli ma anche, nei vertici, con statue di santi. Internamente la chiesa dispone di un'aula rettangolare terminante con un'abside semicircolare; mentre le pareti laterali sono scandite dalla 'travata ritmica' di lesene corinzie ed archi dorici, che preannunciano la presenza delle cappelle laterali.

Facciata

La facciata principale della chiesa, rivolta verso sud, è del tipo a capanna con fronte monofastigiato, ed è completamente intonacata di bianco. Essa è scandita da quattro semipilastri, di ordine gigante, in stile corinzio, con interposto decori di festoni, e poggianti su un alti piedistalli. Questi semipilastri sorreggono un'architrave ed una trabeazione, ma sorreggono anche un frontone triangolare decorato da modanature e dentelli. Sul timpano di quest'ultimo si trova, centralmente un oculo traforato con croce e foglie, mentre nel vertice superiore si trovano due statue rappresentanti Santa Elisabetta e Maria nel momento della Visitazione, infine nei vertici minori del timpano ci sono altre due statue di Santi. La facciata è caratterizzata dalla presenza di una grande lunetta strombata e cieca, con voluta in chiave di volta e decorata da cornici, al di sotto della quale si trova il portale d'ingresso, in legno massiccio, questo con frontone centinato e sorretto con mensole a voluta. Ai lati della lunetta sono presenti delle nicchie, due a catino al primo livello, e due quadrate al secondo livello, tutte comunque vuote. L'accesso alla chiesa avviene dopo quattro crepidine, ma è possibile arrivare anche tramite la rampa collocata sulla sinistra.

Pianta

La chiesa dispone di un'unica aula liturgica di forma rettangolare, terminante con un coro incassato di forma quadrata contenente ai lati gli stalli del coro, e con un'abside semicircolare. Ai lati dell'aula si trovano sei cappelle con altari. L'ingresso è possibile dal lato sud, attraverso una bussola in legno.

Struttura

La struttura portante della chiesa è realizzata con mattoni di laterizio pieno, all'esterno lasciati a vista (tranne per la facciata principale), mentre all'interno è completamente intonacata e scandita dalla 'travata ritmica' (successione di campata larga-stretta-larga). Questa 'travata ritmica' è costituita da un ordine maggiore di lesene corinzie, che sostengono una fascia decorativa e che inquadrano archi con volute in chiave di volta, e questi sono sorretti da un ordine minore di lesene doriche. Le campate larghe e con archi, si aprono su cappelle con altari in numero di tre per lato, delle quali la prima e l'ultima terminanti con una nicchia a catino. Esternamente la muratura dell'aula è irrigidita da contrafforti in mattoni con archi rovesci. L'aula è illuminata da sei finestre a lunetta e da quattro finestrelle nell'abside in vetro policromo. L'intradosso di copertura dell'aula è rappresentato da una volta a 'schifo' fortemente rialzata, questa interrotta da tre unghie per lato che sfociano su altrettante lunette vetrate, al centro dello 'schifo' sono presenti dipinti di grandi dimensioni racchiusi da cornici. Le due pareti di fondo presentano anch'esse due unghie: una si apre verso l'organo a canne, l'altra introduce al presbiterio. Quest'ultimo ambiente è coperto con una volta a vela, e successivamente con una volta a calotta.

Coperture

La copertura esterna dell'aula e dell'abside è a doppia falda inclinata con rivestimento in coppi di laterizio, mentre quella delle cappelle laterali sono coperte con un'unica falda inclinata e rivestita sempre in coppi.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell'aula è in piastrelle di ceramica decorata con motivi

XVII - 1680 (preesistenze intero bene)

Territorio dei patrizi veneti Donà, all'inizio del secolo XVII era già dotato di un oratorio che nel 1680 fu eretto in parrocchia.

1727 - 1727 (preesistenze intero bene)

Nel 1727 sorse la prima chiesa.

1845 - 1858 (costruzione intero bene)

L'attuale chiesa sorse nel 1845 (posa della prima pietra) e venne consacrata il 29 agosto 1858.

1972 - 2007 (ristrutturazione intero bene)

La chiesa venne ridipinta internamente nel 1972 e fu completata con un coro ligneo nel 2007.

Mappa

Cimiteri a ROVIGO

Via Del Cimitero Taglio Di Po (Ro)

Via Migliorini Badia Polesine (Ro)

Via Fiesso Occhiobello (Ro)

Onoranze funebri a ROVIGO

Via Sichirollo Giacomo 23 Rovigo

Via G. Matteotti 82 Gavello

Via Matteotti 46 Gavello