• Home
  •  > Notizie
  •  > Lutto a Piazzola, addio a Toni storico artigiano delle calzature

Lutto a Piazzola, addio a Toni storico artigiano delle calzature

Una maestria rara e una simpatia contagiosa che lo hanno reso unico e amato da tutti. Antonio “Toni” Bardessa, 82 anni, si è spento lunedì, circondato dall’affetto della moglie Anna Maria e dei figli Luciano e Paolo

PIAZZOLA. Ha passato una vita ad aggiustare scarpe e regalare sorrisi a chi lo incontrava. Una maestria rara e una simpatia contagiosa che lo hanno reso unico e amato da tutti. Antonio “Toni” Bardessa, 82 anni, si è spento lunedì, circondato dall’affetto della moglie Anna Maria e dei figli Luciano e Paolo.

Era l’ultimo, e storico, calzolaio di Piazzola. Riparava di tutto e realizzava modelli completamente autentici con una professionalità che pochi sapevano avere. Per più di 50 anni è stato attivo nel suo laboratorio in via Garibaldi, dove andavano e venivano centinaia di persone. Era un vero e proprio punto di ritrovo, al di là del lavoro che condivideva spesso anche con i 7 fratelli, sempre lì a far “due parole” che poi diventavano sani momenti di aggregazione.

A Piazzola c’è sempre stata una carenza di negozi di scarpe, ma in compenso c’era Toni Bardessa che le realizzava a mano. Quella di Toni per le scarpe era una passione nata da ragazzo, un mestiere, oggi raro, fatto con grande abilità. A causa della poliomielite, era costretto alla carrozzina fin da giovane ma ciononostante era sempre dinamico e solare con tutti. Un personaggio di quelli che hanno lasciato il segno nella comunità piazzolese.

Riservava mille attenzioni e il sorriso a chiunque lo andasse a trovare e oggi sono in tanti a piangere la sua scomparsa. «Se n’è andato serenamente» confessa il figlio Paolo «quasi con il sorriso che aveva sempre. Ha riparato e creato a mano scarpe per decenni, da quando aveva 20 anni fino a 6, 7 anni fa. Era un mestiere che amava e che gli consentiva una rete di relazioni straordinaria». L’ultimo saluto allo storico calzolaio verrà dato giovedì alle 15.30 nel duomo cittadino, mentre stasera alle 19.30, sempre in duomo, sarà recitato il rosario.

Pubblicato su Il Mattino di Padova