• Home
  •  > Notizie
  •  > Abano, mamma di due figli ed ex consigliera muore a 46 anni

Abano, mamma di due figli ed ex consigliera muore a 46 anni

Un tumore si è portato via Adriana Ottaviano, comunità in lutto: «Grande perdita per la città»

ABANO TERME. Un tumore, un destino atroce. Abano piange la scomparsa dell’ex consigliera comunale con delega all’Istruzione, Adriana Ottaviano, deceduta mercoledì sera all’età di 46 anni.

Adriana Ottaviano ha lottato come una leonessa, mettendoci quella determinazione e grinta che la contraddistingueva nella vita privata e amministrativa, ma il destino se l’è portata via in sette mesi.

Lascia il marito Vincenzo Palombo, noto medico, i giovani figli Alessandro e Francesco, i fratelli Massimiliano e Daniele e i genitori Anna e Gaetano. Tutti le sono stati accanto fino all’ultimo.

Adriana Ottaviano aveva ricoperto per cinque anni il ruolo di consigliera comunale con delega all’Istruzione nell’Amministrazione Luca Claudio.

Sua l’idea vincente del carnevale di Abano con i carri allegorici. Sua anche l’ideazione della festa dell’acqua, dedicata al termalismo. La Ottaviano era anche impegnata nell’organizzazione delle più importanti manifestazioni, la Notte Rosa in primis. Appassionata di animali, nella sua abitazione di Abano, badava a due cani, quattro gatti, pappagalli e altri volatili. Era anche una novella artista, tanto da aver dato il “la” ad una sua collezione di oggetti artigianali, che vendeva anche ai mercati di Abano, in parco urbano.

Originaria della Campania, l’ex consigliera aveva aperto da un anno una propria agenzia di assicurazioni, Allianz, in viale delle Terme, accanto a Giocattoli Roberta.

Proprio Roberta Bellavere e il marito Enea Minelle le sono stati accanto come dei fratelli. Così come gli altri membri della giunta e i tanti amici.

«È una perdita molto pesante», le parole dell’ex sindaco Luca Claudio. «È stata una collaboratrice e una fedele compagna di cammino in anni molto particolari e difficili. Su di lei poteva sempre contare. Ha lavorato più di quello che doveva. Era consigliera con delega, ma ha lavorato più di tante altre persone. Ha messo il cuore in tutto, era una persona vera. Dopo i noti fatti non ho potuto fare una cosa: lei sarebbe stata un mio assessore. Lei meritava di esserlo e non ho fatto in tempo a dirglielo. Ci ha messo sempre la passione. È stata una delle consigliere comunali più grandi della storia di Abano».

«Una persona disponibile, una grande lavoratrice», invece le parole dell’ex consigliere Massimo Barcaro. «È stata una persona fantastica», dice Michel Marcadella. Sui social, dove Adriana Ottaviano ha anche raccontato le fasi della sua battaglia, numerose le testimonianze d’affetto e di stima. «Sei stata più sorella te che fratello io», le parole del fratello Massimiliano «Mi sei sempre stata vicina nei momenti più bui, ci confidavamo ogni cosa, hai avuto tempo e cuore per tutto e tutti. Affrontavi ogni cosa senza paure, hai combattuto per la vita sfidando il peggio, non ti sei arresa nemmeno davanti all’evidenza. So che ti stanno aspettando. Noi qui abbiamo perso qualcosa di grande, una come te serve eccome in paradiso. L’amore ci terrà sempre uniti, a presto».

E Sabrina Moretto, ex vicesindaco. «È stata una fortuna incontrarti e condividere un pezzo di vita con te», ha scritto. «Sei una delle donne più vitali, tenaci e intraprendenti che io abbia mai conosciuto, la più coraggiosa. La tua energia ci accompagnerà sempre». ––

Federico Franchin

Pubblicato su Il Mattino di Padova