• Home
  •  > Notizie
  •  > Lutto a Pozzonovo per la morte di Mizzon

Lutto a Pozzonovo per la morte di Mizzon

POZZONOVO. «Che sia stato un suicidio o un incidente è un aspetto che passa in secondo piano. Sappiamo che Mirco non c’è più e questo il dato di fatto con cui dobbiamo purtroppo convivere». È tutto...

POZZONOVO. «Che sia stato un suicidio o un incidente è un aspetto che passa in secondo piano. Sappiamo che Mirco non c’è più e questo il dato di fatto con cui dobbiamo purtroppo convivere». È tutto in quest’affermazione il dolore della famiglia di Mirco Mizzon, il muratore di 37 anni ripescato venerdì pomeriggio dalle acque del Gorzone. L’uomo, sposato e padre di una bimba di 5 anni, era sparito da casa da lunedì scorso. «Ci sentiamo in dovere di ringraziare quanti ci sono stati vicini in questi giorni» continuano dalla famiglia «La mobilitazione che c’è stata durante le ricerche e la solidarietà che è arrivata dopo la tragica notizia sono state incredibili e non possiamo che ringraziare l’intera comunità, gli amici e le forze dell’ordine». In questo weekend, in paese, sono state annullate recite scolastiche e feste parrocchiali organizzate per il Natale, proprio per rispettare la memoria di Mizzon e il cordoglio della famiglia. La salma del trentasettenne, intrappolata nell’abitacolo della Seat Ibizia inabissata nel Gorzone, è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria di Rovigo che ne ha disposto l’autopsia. Il funerale del muratore sarà celebrato solo quando arriverà il via libera dalla Procura. (n.c.)

Pubblicato su Il Mattino di Padova