• Home
  •  > Notizie
  •  > Auto contro il muro, morti due fidanzati

Auto contro il muro, morti due fidanzati

Sospirolo, tragica fine di una giovane coppia: Valentino, 27 anni, e Marta, 21, avevano trascorso una serata con gli amici

SOSPIROLO. Giovani, innamorati, solari. Sono bastati pochi attimi per rubare un futuro di felicità a Valentino Franzolin, 27 anni, e Marta Sanci, 21 appena compiuti. La loro auto si è schiantata contro il capitello di San Lorenzo, lungo la strada che collega Susin a Sospirolo nella notte tra domenica e lunedì. I due ragazzi, che da pochi mesi vivevano insieme, stavano tornando a casa dopo una serata con gli amici. Improvvisamente, per cause ancora da accertare, la disgrazia.

Valentino e Marta stavano tornando a casa dopo aver accompagnato alcuni amici. L’auto dei due ragazzi, una Honda Civic, stava percorrendo la strada provinciale 12 diretta verso il centro di Sospirolo, dove i due giovani avevano messo su casa dalla scorsa estate. Erano circa le 2.30 di lunedì quando, all’altezza di villa Giustina, la vettura è uscita di strada andando a sbattere contro il muro di un capitello dedicato a San Lorenzo, distruggendolo. L’impatto è stato violentissimo e non ha lasciato scampo ai due giovani: particolarmente danneggiata la portiera sul lato del passeggero, dove sedeva Marta.

La violenza dello schianto ha svegliato il paese, un suono tanto potente da ricordare una bomba. Il primo a dare l’allarme è stato un vicino di casa, che ha immediatamente chiamato il Suem 118. Sul posto sono intervenute due ambulanze, una proveniente da Belluno e una da Feltre, oltre alla guardia medica, ai carabinieri della stazione di Trichiana e i vigili del fuoco di Belluno. I soccorritori hanno cercato di rianimare Valentino, estratto dall’abitacolo dell’auto, ma il cuore del giovane ha cessato di battere poco dopo. Ai soccorritori non è rimasto altro da fare che constatare il decesso dei due ragazzi.

Tra i primi ad arrivare sul posto il parroco di Sospirolo. Il sacerdote è arrivato sul luogo dell’incidente intorno alle 3.30 e ha avuto il triste compito di informare le famiglie di quanto era avvenuto. Ma insieme a loro soffre tutta Sospirolo, che amava la gioia di vivere della giovane coppia.

La coppia aveva progettato il futuro insieme, senza darsi per vinti nonostante la crisi economica. Valentino e Marta erano andati da pochi mesi a vivere insieme in una casa del centro di Sospirolo: originario di Maras lui, di Oregne lei, avevano scelto di iniziare una vita insieme senza allontanarsi dagli affetti familiari.

Valentino Franzolin, classe 1987, lavorava nel campo dell’edilizia, in particolar modo con stucchi e cartongesso, cercando di costruirsi un’attività solida. Giocava a calcio nella Sospirolese, ma aveva conosciuto anche altre realtà della provincia. Alcuni anni fa era stato coinvolto in un incidente stradale, sempre a Sospirolo. Mentre montava le catene da neve era stato investito da un’auto dopo che il conducente aveva avuto un malore. Si era salvato per miracolo ma si era ripreso, tornando a giocare. A piangerlo, oggi, c’è tutto il calcio bellunese. Marta Sanci aveva 21 anni compiuti da poco. Classe 1994, era stata la prima bambina nata a Sospirolo in quell’anno. Lavorava come operaia alla Luxottica. I suoi occhi luminosi avevano conquistato Valentino e la coppia era diventata presto inseparabile. (v.v.)

Pubblicato su Il Mattino di Padova