• Home
  •  > Notizie
  •  > Operata di colecisti, muore dopo 5 giorni Sotto inchiesta sei sanitari dell’ospedale

Operata di colecisti, muore dopo 5 giorni Sotto inchiesta sei sanitari dell’ospedale

La donna dimessa il 23 agosto si sente male a casa il 24 e la ricoverano col codice verde Il 25 l’improvviso decesso che i medici non si spiegano 

PIOVE DI SACCO. Sei sanitari indagati, due chirurghi, un anestesista e tre infermieri per la morte di Lucia Dresseno, 73 anni di Piove di Sacco, residente in via Donatori di Sangue. Ieri c’è stato il conferimento dell’incarico da parte del pubblico ministero Benedetto Roberti per capire se ci sono responsabilità mediche legate alla sua morte che è stata repentina e inaspettata. Questi i fatti.

toglie una ciste

L’anziana che gode di buona salute il 21 agosto scorso si sottopone all’ospedale di Piove di Sacco ad un intervento di colecistectomia. Un intervento programmato. Tutto va per il meglio, l’intervento non è di per sè grave. Il 23 agosto viene dimessa nonostante abbia gli esami del sangue alterati per ematocrito e leucociti. Torna a casa ma purtroppo la degenza non è buona. I dolori invece di affievolirsi, aumentano. Il 24 agosto si sente male, lamenta forti dolori e sudorazioni. Viene portata all’ospedale e muore il giorno successivo. Nonostante da una prima analisi al suo intervento venga assegnato il codice verde, al momento dell’arrivo al pronto soccorso. La morte è davvero inaspettata, i medici non capiscono da cosa possa essere stata provocata. Al pronto soccorso pare venga accertato che era in corso un’emorragia massiva, ma anche questa circostanza sarà analizzata puntualmente durante l’esame autoptico.

la segnalazione

Scatta la segnalazione in procura che vede ora il figlio della donna costituito con un legale e i medici assistiti dagli avvocati Paola Porzio e Claudio Todesco. La procura ha incaricato il medico legale Rossella Snenghi che deve accertare se l’attività pre operatoria e post operatoria sono in qualche modo legate alla morte, in merito alla quale devono emergere le cause. La professionista si avvarrà dell’aiuto del chirurgo Ernesto Angelucci di Udine. Le difese hanno nominato come consulente Ezio Vincenti, professore di Anestesia e Rianimazione coadiuvato da Umberto Tedeschi e Alessandro Marcolin. Lucia Dresseno era rimasta vedova e viveva assieme al figlio. Il suo funerale è bloccato in attesa degli accertamenti medico legali, solo al termine dei quali si darà il via libera alla sepoltura. Ieri c’è stato il conferimento degli incarichi, l’esame sarà effettuato il prima possibile, forse già oggi o al massimo lunedì prossimo. La morte della donna ha lasciato sgomenti parenti e conoscenti che l’avevano vista in buona saluto fino al giorno dell’intervento chirurgico. Il figlio sta ricevendo in questi giorni numerosi attestati di cordoglio per la scomparsa della mamma. —

C.BEL.



Pubblicato su Il Mattino di Padova