• Home
  •  > Notizie
  •  > Stroncata dal tumore volontaria di 48 anni di Este. Ha donato gli organi

Stroncata dal tumore volontaria di 48 anni di Este. Ha donato gli organi

Pamela Pieressa, scoperto il male, si era dedicata agli altri. La mamma era morta della stessa malattia due anni fa

ESTE. In questi ultimi anni segnati dalla malattia, Pamela aveva dedicato gran parte del suo tempo al volontariato. Negli ultimi giorni di vita, quando le speranze si erano ridotte al minimo, la stessa Pamela ha voluto dare l’assenso per l’espianto degli organi come ultimo atto di altruismo. Pamela Pieressa si è spenta sabato scorso a soli 48 anni: da quattro anni conviveva con un tumore al seno.

«Una volta scoperto il tumore, i medici le avevano spiegato che non c’era cura per debellare la malattia», racconta papà Valter, che a Este è noto per il suo impegno civico e associazionistico tanto da meritare il premio “Magnifica Comunità”, massima onorificenza cittadina.

«Abbiamo fatto il possibile, con cure e chemio, e Pamela è così riuscita a vivere con grande dignità il tempo che il tumore le ha concesso». Per anni la 48enne aveva lavorato come assistente alla poltrona a Monteortone, ad Abano, poi poco dopo la scoperta del tumore la donna ha dovuto abbandonare il lavoro e ha deciso di dedicarsi al volontariato: non si contano le ore offerte alla Sogit, l’associazione che svolge assistenza sanitaria e ospedaliera e che in particolare è impegnata nel trasporto di disabili e malati. Fino a che il fisico glielo ha concesso, la 48enne si è impegnata nelle attività del gruppo.

«Sabato scorso Pamela ha avvertito delle fibrillazioni e un respiro pesante, tanto da richiedere l’intervento del 118: le condizioni sono peggiorate repentinamente ed è morta nel pomeriggio», continua papà Valter. La donna ha donato gli organi per espressa volontà, offerta poche ore prima della morte. Nel novembre 2019 era mancata mamma Gilberta: anche la madre aveva scoperto di avere un tumore al seno, anche se la situazione per lei era stata compromessa da seri problemi ai reni.

Pamela era fidanzata con Alessandro e, oltre al padre Valter, lascia il fratello Mauro e le nipoti Monica e Fiorenza. L’addio alla 48enne, che era anche un’appassionata tennista e un’accanita lettrice, verrà dato mercoledì alle 16 nella basilica delle Grazie.

Pubblicato su Il Mattino di Padova