• Home
  •  > Notizie
  •  > Martedì l’autopsia dirà la verità su come è deceduta Serena

Martedì l’autopsia dirà la verità su come è deceduta Serena

castelfranco

Mentre la Procura ha aperto un fascicolo per omicidio volontario, ci si interroga sulle possibili cause naturali che possono aver portato alla morte di una donna così giovane, per giunta farmacista, che non aveva mai dato segni di essere stata male, di avere accusato particolari problemi di salute. Emorragia cerebrale, aneurisma, attacco epilettico, il ventaglio è ampio. Il medico legale, l’anatomopatologo Alberto Furlanetto, non nasconde i suoi dubbi sull’ipotesi di una morte violenta, sulla quale va con i piedi di piombo. «Può esserci, ripeto, una spiegazione diversa dall’aggressione: l’attacco epilettico è una delle ipotesi come ce ne possono essere tante altre. Da fuori non si può dire, prima devo fare l’autopsia, solo allora capirò».

Insomma, quanto emerso dalla vista del corpo e dalle sue condizioni, potrebbe trarre in inganno o portare fuori dal seminato, mentre dopo l’esame autoptico, sarà più facile dare una risposta certa e sciogliere il nodo. Solo allora si potrà sapere se davvero Serena è morta a causa di un malore che non le ha lasciato scampo e i segni sul collo sono da attribuire al tentativo di rianimarla, oppure se le indagini devono prendere un’altra direzione. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova