• Home
  •  > Notizie
  •  > Il cordoglio delle istituzioni «Un lutto per tutta la comunità»

Il cordoglio delle istituzioni «Un lutto per tutta la comunità»

«È una notizia tragica che mi addolora in maniera profonda». Il sindaco Sergio Giordani è stato tra i primi a esprimere il suo cordoglio per la morte di Massimo Boscolo. «Un ragazzo di rara professionalità che aveva deciso di impegnarsi per gli altri e per tutti i cittadini oggi non c’è più e questo è un lutto grave per tutta la nostra comunità», aggiunge, «in queste ore ho sperato con tutto il cuore che potesse esserci un esito diverso ma così non è stato, ora, anche a nome dell’amministrazione e della città, voglio far sentire alla famiglia, ai suoi cari, ai colleghi e a tutto il corpo di Polizia locale». «È una tragedia, un dolore immenso», ha detto l’assessore alla Sicurezza Diego Bonavina scosso per l’accaduto. «Esprimo il mio dolore per la scomparsa di Massimo Boscolo, agente del nostro corpo Polizia locale vittima di un fatale incidente mentre era in servizio», l’ha ricordato il vicesindaco Andrea Micalizzi.

Dall’opposizione interviene Eleonora Mosco: «Con grande dolore apprendo la notizia della morte dell’agente della Polizia Locale di Massimo Boscolo. Giungano le più sentite condoglianze alla famiglia e un pensiero di vicinanza a tutti i suoi colleghi della Polizia locale». «Sono rimasto sveglio tutta la notte aspettando notizie positive», ha aggiunto Alain Luciani, «chiedo ufficialmente al sindaco di proclamare lutto cittadino e il ricordo in silenzio nel prossimo Consiglio comunale».

«Siamo molto vicini ai genitori e al fratello Davide, a cui vogliamo manifestare tutto il nostro cordoglio per questa tragedia», affermano i rappresentanti sindacali Uil-Fpl Padova, in testa Francesco Scarpelli, «tutti i colleghi e gli amici all'interno del corpo ancora non riescono a credere a quanto avvenuto». «Voglio manifestare la mia più sincera vicinanza ai familiari di Massimo Boscolo, il giovane agente della Polizia Locale di Padova deceduto in conseguenza ad un incidente stradale avvenuto sabato scorso mentre, a bordo della sua moto di servizio, stava scortando una gara ciclistica del team di Obiettivo 3, il progetto creato da Alex Zanardi per coinvolgere gli atleti disabili», ha detto il consigliere regionale padovano di Fratelli d’Italia Enoch Soranzo. «Massimo aveva solo 34 anni» ricorda la segretaria della Fp Cgil di Padova, Alessandra Stivali, «in questi due giorni, sono stati tanti i colleghi della municipale che hanno voluto stringersi intorno al suo capezzale per cercare di trasmettergli quella forza necessaria a superare l'incidente subìto. Purtroppo, non c'è stato nulla da fare ed ora sentono solo un grande vuoto. E noi con loro».

Da Treviso arriva il cordoglio del sindaco Mario Conte, presidente di Anci Veneto: «È un episodio che ci rammarica e che ci la lascia senza parole. La nostra vicinanza ed il nostro cordoglio vanno ai famigliari della vittima. Purtroppo questo vigile stava facendo un servizio alla sua comunità sfruttando la sua abilità a guidare la moto ed ha perso la vita». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova