• Home
  •  > Notizie
  •  > Malore fatale al lavoro, muore a 38 anni: lutto Montegrotto

Malore fatale al lavoro, muore a 38 anni: lutto Montegrotto

La vittima è Daniele Roncolato, coordinatore di Fratelli d’Italia. Si è sentito male mentre trasportava materiale per gli ospedali

MONTEGROTTO TERME. È morto improvvisamente Daniele Roncolato, storica figura della vita politica e sociale di Montegrotto.

Aveva 38 anni ed è spirato nella serata del 17 gennaio dopo un malore improvviso. Ricoverato d’urgenza, dopo il probabile infarto mentre stava lavorando, è stato trasportato all’ospedale di Schiavonia, dove i medici le hanno tentate tutte per rianimarlo. In terapia intensiva sono state ore di speranza per la famiglia, una speranza terminata purtroppo in serata, quando è stata data la notizia del decesso.

Daniele Roncolato era una figura conosciuta da tutti, anche per essere il figlio della nota sensitiva Maria Rosa Laboragine. Mamma con la quale abitava in via Aureliana, nel pieno centro di Montegrotto. Daniele Roncolato aveva due sorelle, Veronica e Francesca, ed era legatissimo, come la mamma Maria Rosa, al suo nipotino, Gioele. Dopo aver cambiato diversi lavori, aveva da poco iniziato a lavorare per una ditta che trasporta materiale per gli ospedali della città di Padova e provincia.

Il malore è avvenuto durante uno dei suoi giri per trasportare materiale per gli ospedali. Daniele Roncolato era noto non solo a Montegrotto per il suo impegno politico. Si definiva un “militante”, prima di Alleanza Nazionale e poi di Fratelli d’Italia. Del partito di Giorgia Meloni era da moltissimi anni il coordinatore del circolo di Montegrotto Terme. Sempre presente, immancabile ai banchetti, agli appuntamenti politici, Daniele Roncolato ha dato cuore e anima per la vita politica e per la sua città. Appassionato di calcio e del Milan, anche i rivali politici lo hanno sempre ricordato con affetto e simpatia. Proprio la simpatia travolgente è sempre stata una sua dote. Gli amici lo hanno sempre definito persona buona, di cuore, disponibile. «Siamo tutti sconvolti e affranti per la perdita del nostro grande amico».

Pubblicato su Il Mattino di Padova