• Home
  •  > Notizie
  •  > Meolo in lutto per la morte di Fabrizio Tosatto, cofondatore della Ondulati Nordest

Meolo in lutto per la morte di Fabrizio Tosatto, cofondatore della Ondulati Nordest

L’industriale, molto attivo anche nel sociale,  aveva 67 anni. «Con i suoi 150 dipendenti ha sempre avuto un rapporto di stima e riconoscenza». I funerali venerdì 29 aprile a Monastier

MEOLO. La comunità di Meolo perde un pioniere del suo sviluppo industriale. All’età di 67 anni è mancato Fabrizio Tosatto, cofondatore della Ondulati Nordest insieme al fratello Augusto. Originario di Zero Branco, Fabrizio Tosatto era il più giovane di sette fratelli.

Dagli anni Settanta lavorava insieme al fratello Augusto nella Idealkart, azienda di via delle Industrie a Meolo specializzata nella produzione di imballaggi in cartone ondulato. Nel 1992 Fabrizio e Augusto hanno dato vita alla Ondulati Nordest, la cui sede è a fianco dell’altra azienda di famiglia. Oggi l’Ondulati Nordest, di cui Fabrizio era tuttora contitolare insieme al fratello, è divenuta una realtà leader nella produzione di fogli in cartone ondulato.

«Dalla fondazione le aziende sono cresciute e si sono consolidate, fino a raggiungere considerevoli fatturati. Fabrizio», ricordano i familiari, «ha sempre gestito queste importanti attività con passione e dedizione, facendone parte attiva. Era un manager benvoluto da clienti e fornitori in Italia e all’estero. E anche dai 150 dipendenti, con i quali ha sempre avuto un rapporto reciproco di stima e riconoscenza. È stato presente in azienda con costanza, nonostante la malattia, fino alla scorsa settimana».

Da 46 anni era legato all’amata moglie Giuliana. Il loro era un rapporto di «perfetta armonia e simbiosi». Condividevano tutto, anche l’amore per la montagna. Di cui Fabrizio era un grande appassionato. Oltre alla moglie, lascia i figli Andrea con Alice e Marco con Laura, nonché cinque nipoti: Alvise, Matilda, Allegra, Camilla e Arturo.

Lavoratore instancabile, Fabrizio Tosatto ha insegnato il mestiere e trasferito l’attaccamento al lavoro ai figli Andrea, che lo affiancava ormai da vent’anni, e Marco. «Da sette anni le giornate erano scandite anche dall’allegria e dalla spensieratezza dei suoi cinque nipoti, che adorava e sognava di poter vedere crescere», aggiungono i familiari, «A loro non ha mancato di insegnare la forza e determinazione anche nei momenti più difficili». Oltre che per il ruolo di imprenditore, importante è stato anche il suo impegno sociale.

Da anni sosteneva la Fondazione oncologica trevigiana. «Fabrizio lascia un grande vuoto in chi l’ha conosciuto come dirigente e a chi, insieme a lui, ha condiviso momenti di gioia», concludono i familiari. «A nome di tutta l’amministrazione comunale e della comunità meolese porgo le condoglianze alla famiglia Tosatto per scomparsa di Fabrizio», commenta il sindaco di Meolo, Daniele Pavan, «Lo conoscevo bene come imprenditore. Perdiamo una persona molto stimata. Una figura pacata, seria, dedita al lavoro e alla sua ditta, che dà lavoro a tantissimi meolesi. Sono profondamente dispiaciuto per la sua scomparsa».

I funerali di Fabrizio Tosatto saranno celebrati venerdì 29 aprile alle 10.30 nell’abbazia della vicina Monastier, il paese in cui viveva con la famiglia. Giovedì 28 alle 19, a Monastier, la recita del Rosario. Sarà possibile salutarlo in forma privata sempre giovedì, dalle 10 alle 18.30, alla Casa funeraria di Roncade.

Pubblicato su Il Mattino di Padova