• Home
  •  > Notizie
  •  > Schianto mortale a Galliera: guidatrice sotto inchiesta per omicidio stradale

Schianto mortale a Galliera: guidatrice sotto inchiesta per omicidio stradale

Era al volante della Hyundai Tucson che ha centrato e ucciso Alberto Moretti in sella alla sua motocicletta Ducati. Ordinata l’autopsia sul corpo della vittima

GALLIERA VENETA. È stata aperta un’inchiesta per omicidio stradale in seguito alla morte di Alberto Moretti, il 21enne deceduto sabato scorso alle 11 a causa dello scontro con un’auto avvenuto lungo via Strada degli Alberi a Galliera Veneta, davanti ai grandi magazzini Smart, a circa 200 metri di distanza dall’abitazione della vittima. Il pubblico ministero padovano Roberto D’Angelo ha iscritto nel registro degli indagati la 40enne residente a Tezze sul Brenta, in provincia di Vicenza, che si trovava al volante della Hyundai Tucson coinvolta nell’incidente. Una delle ipotesi è che, in fase di manovra, la macchina abbia invaso l’opposta corsia di marcia tagliando di fatto la strada al ragazzo che stava viaggiando in sella alla propria motocicletta.

L’inchiesta

Il magistrato ha ordinato l’autopsia sul corpo della vittima che sarebbe morta all’istante. Un esame reso necessario dalla opportunità di individuare con precisione le cause del decesso per stabilire il “peso” della responsabilità penale di quella morte ma è chiaro che il risultato dell’esame sarà utile anche ai fini civilistici in vista della quantificazione del risarcimento dovuto alla famiglia. Non solo. Il pm D’Angelo ha deciso di far svolgere una consulenza tecnico-dinamica per ricostruire nel dettaglio ogni singolo istante dell’incidente. L’esperto sarà nominato nei prossimi giorni.

L’incidente

Sabato scorso Alberto Moretti, dipendente dell’azienda Duetti Packaging, era rientrato alle 9 di mattina dopo una trasferta di lavoro ad Avellino in uno stabilimento campano dove aveva provveduto con i colleghi a installare un macchinario. Due ore più tardi aveva deciso di fare un salto in ditta ed era uscito dalla sua casa, in via Europa, in sella alla propria moto Ducati Monster. Si era appena immesso nella grande rotonda che si trova lungo la strada regionale 53 Postumia e poi aveva imboccato via Strada degli Alberi, un tratto della Statale, quando si è verificato lo scontro risultato, per lui, mortale.

Dall’opposta corsia di marcia stava arrivando la Hyundai Tucson: secondo unaprima e sommaria ricostruzione, la guidatrice stava effettuando la manovra di svolta a sinistra per entrare nel parcheggio del centro commerciale e non si sarebbe accorta che stava sopraggiungendo il motociclista. Da qui l’impatto risultato violentissimo. E purtroppo fatale per Alberto Moretti anche se il ragazzo indossava correttamente il casco e procedeva lungo la carreggiata nel giusto senso di marcia.

Probabilmente la macchina gli ha tagliato la strada all’improvviso e il 21enne non ha nemmeno avuto il tempo di reagire, frenare o tentare qualsiasi manovra per evitare lo scontro. Alberto è stato sbalzato dalla sella del suo mezzo ed è volato prima di finire, oltre la recinzione, nello spiazzo accanto al cancello del centro commerciale.

Pubblicato su Il Mattino di Padova