• Home
  •  > Notizie
  •  > Agordo riabbraccia Del Vecchio, gli applausi commossi della sua gente

Agordo riabbraccia Del Vecchio, gli applausi commossi della sua gente

Alle 12.30 il feretro del fondatore di Luxottica è arrivato in Piazza Libertà. Poi è stato portato al Palaluxottica, dove è stata allestita la camera ardente con solo fiori bianchi

AGORDO. Agordo saluta il suo Leonardo Del Vecchio. Mezz’ora prima di mezzoggiorno, orario indicativo per il passaggio del feretro, la piazza del paese che con il Cavaliere condivideva lavoro e fortune, già andava riempiendosi. Un legame forte e sincero, che i vertici aziendali hanno voluto sottolineare, interpretando l’attaccamento al territorio del proprio presidente, decidendo che saranno qui la camera ardente e, domani, i funerali.

ALLE 12.30 DEL VECCHIO E’ ARRIVATO NELLA SUA AGORDO

Un lunghissimo applauso ha accolto l’arrivo di Leonardo Del Vecchio nella sua Agordo. Il feretro è stato poi portato al Palaluxottica, dove è stata allestita la camera ardente.

L’ARRIVO ALLA CAMERA ARDENTE AL PALALUXOTTICA

Dopo gli applausi commossi di Piazza Libertà, il feretro di Del Vecchio è arrivato al Palaluxottica. All’interno solo fiori bianchi, decine e decine di corone.

E’ INIZIATA LA PROCESSIONE DELLA GENTE PER L’ULTIMO SALUTO

Alle 13.15 è iniziata la processione della gente agordina e bellunese, che vuole tributare l’ultimo saluto a Leonardo Del Vecchio. Ci si potrà avvicinare alla bara del cavaliere sino a domattina alle 6, quando le porte si chiuderanno in preparazione del funerale. C’erano il sindaco di Agordo Roberto Chissalè e il parroco don Cesare Larese. 

Molti di coloro che erano in fila per salutare il feretro erano vestiti allo stesso modo: con i pantaloni e la maglietta blu da lavoro, lo stemma Luxottica sul petto. L'abbigliamento di tutti i giorni, per il turno in fabbrica. Un'immagine che più di tante altre ha svelato cos'era Del Vecchio per Agordo e per i dipendenti dello stabilimento da cui tutto prese il via, nel 1961, allora solo una piccola officina meccanica.

I FAMILIARI

Ad accogliere il feretro, la famiglia: Nicoletta Zampillo, Leonardo Maria Del Vecchio, Claudio Del Vecchio, Marisa Del Vecchio, Luca Del Vecchio, Clemente Del Vecchio, Rocco Basilico e i nipoti

AL PALALUXOTTICA IL SALUTO DI GIANNI MILLERI

Insieme alla gente comune, arrivata per tributare l’ultimo saluto a Leonardo Del Vecchio, è arrivato anche Gianni Miller, l’uomo che ha preso le redini di EssilorLuxottica. Con lui Giorgio Striano (Chief Operating Officer), Piergiorgio Angeli (Direttore Risorse umane), Alessandra Senici (Head of Leonardo – piattaforma di formazione del gruppo), Federico Buffa (Responsabile R&D), Pierluigi Longo (Responsabile M&A) e Fabrizio Uguzzoni (Presidente WHS America)

LA PROPOSTA DEI LAVORATORI PER IL FUNERALE: TUTTI IN MAGLIETTA BLU LUXOTTICA

“Vogliamo indossare in segno di rispetto la maglietta "blu Luxottica" alle esequie del Cavaliere. Si tratta di un'iniziativa popolare che riteniamo doverosa ed educata senza obblighi per nessuno. Crediamo di far bene dando voce ad una sincera richiesta dai colleghi che vogliono, in qualche modo, abbracciare il loro titolare nell'ultimo saluto”. Ecco il messaggio che sta girando sui social e sui telefonini dei moltissimi operai della Luxottica.

LA TESTIMONIANZA

Preziosa la testimonianza di Dino Dorigo, 78 anni, l'operaio matricola “numero 1” dell'azienda, che a Del Vecchio era uno dei pochi a dare del tu. «Mi ha insegnato insegnato tutto» ha detto Dorigo, ricordando le parole di quel giovane imprenditore, nel 1961: «Qua c'è da fare finchè vuoi» . Dorigo, entrato 17enne, guadagnava all'epoca 100 lire all'ora, e arrivava a fare 150 di straordinario al mese. Gli aneddoti, tra ex dipendenti, sono naturalmente infiniti. Come quando Luigi Francavilla (futuro ad di Luxottica) arrivò nel 1968 dalla Svizzera in quella fabbrica agli albori. «Vai di là - gli dissero - ci sono 6-7 operai in officina». Francavilla entrò e ne conto solo sei: «E il settimo ?», chiese. «Sono io», rispose Leonardo Del Vecchio.

FEMCA CISL: SOSPENDERE LA CAMPAGNA ELETTORALE PER LE RSU

Lutto Luxottica: Femca Cisl propone di sospendere la campagna elettorale per le elezioni delle Rsu Il 5-6-7 luglio si voterà negli stabilimenti del Bellunese per il rinnovo dei rappresentanti sindacali “L’improvvisa scomparsa di Leonardo Del Vecchio è un lutto per tutti i lavoratori di Luxottica. L’affetto verso il fondatore della nostra azienda, la sua storia di riscatto personale, sono parte dei sentimenti di tanti di noi, sentimenti che non possiamo ignorare ma, anzi, dobbiamo rispettare. Per questo come Femca Cisl partecipiamo al cordoglio che accomuna le comunità bellunesi e saremo presenti ai suoi funerali. Per questi stessi motivi riteniamo opportuno che in questi giorni venga sospesa la campagna elettorale per il rinnovo delle RSU. Ci aspettiamo che questa proposta venga compresa e fatta propria anche dalle altre rappresentanze sindacali”.

I rappresentanti RSU Femca Cisl degli stabilimenti Luxottica di Agordo, Sedico e Cencenighe propongono la sospensione della campagna elettorale per il rinnovo dei delegati in segno di rispetto del lutto che ha colpito l’intera comunità agordina e che ha commosso profondamente tutti i lavoratori di Luxottica, fortemente legati al fondatore dell’azienda.

Le elezioni per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria dei circa 7.000 dipendenti degli stabilimenti Luxottica di Agordo, Sedico e Cencenighe sono fissate per la prossima settimana, nelle giornate del 5,6 e 7 luglio.

CITTADINO ONORARIO

Ad Agordo Del Vecchio aveva avuto la residenza dal 1962 al 2000. Poi l’aveva spostata prima a Milano e poi, nel 2010, a Monaco. Di Agordo, però, dal 2005 era cittadino onorario. Tante volte negli anni gli agordini hanno alzato gli occhi al cielo quando sentivano il rumore di un elicottero arrivare oppure decollare dalla piana di Mogn dove ha sede l’eliporto di Luxottica. E si interrogavano se fosse Del Vecchio giunto per far visita al proprio stabilimento o in partenza per tornare a Milano o nel Principato.

CAMERA ARDENTE E FUNERALI

La camera ardente resterà aperta fino alle 6 di domani. La struttura, che può contenere fino a 5mila persone, verrà poi riaperta in vista del rito funebre che avrà inizio alle 11.30 e che sarà concelebrato dal vescovo di Belluno, Renato Marangoni, e dai parroci agordini. Per permettere alle maestranze di partecipare alla cerimonia, Luxottica ha deciso la chiusura degli stabilimenti italiani (la mancata prestazione lavorativa sarà interamente coperta dall’azienda), mentre nelle altre sedi del mondo ci sarà un lungo momento di silenzio. Difficile, sia per l’azienda che per le forze dell’ordine, stimare quanta gente verrà a rendere omaggio al cavalier Del Vecchio oggi alla camera ardente e domani ai funerali. Inutile dire, tuttavia, che ne è attesa molta tra cui importanti personalità del mondo della politica, dell’industria, dell’economia e della finanza.

LUTTO CITTADINO

La raccomandazione che viene fatta da Luxottica a quanti vorranno seguire il funerale in presenza è di utilizzare il più possibile i mezzi di trasporto collettivo e di arrivare al PalaLuxottica non oltre le 10. «L’azienda – dice il sindaco – attiverà anche dei bus navetta con cui le persone, una volta arrivate nel parcheggio, potranno raggiungere il PalaLuxottica e, alla fine del rito religioso, essere riportate all’auto». Per domani l’amministrazione comunale ha istituito il lutto cittadino con invito alla sospensione di tutte le attività, accolto dai commercianti. Anche le giostre arrivate per la sagra di San Piero dovranno fermarsi fino alle 17, poi potranno aprire ma senza musica. Per quanto riguarda la giornata odierna, il mercato si farà, mentre sarà chiuso il tendone della Pro loco. «Impedire il mercato con appena 24 ore di anticipo era impossibile» conclude Daniele Galligani, presidente di Ad Agordo Pro loco. Il lutto cittadino è stato decretato anche a Sedico.

Pubblicato su Il Mattino di Padova