• Home
  •  > Notizie
  •  > Lutto a Padova, è morto Ugo Lessio, l’amico di tutti. «Una vita per aiutare gli altri»

Lutto a Padova, è morto Ugo Lessio, l’amico di tutti. «Una vita per aiutare gli altri»

Presidente Fism, aveva diretto Ira e Fondazione Breda, da sempre nel volontariato.  L’amico Giaretta: «Un uomo buono, sempre disponibile, ha dato tanto alla comunità»

PADOVA. Da sabato, quando la famiglia ha pubblicato la notizia della sua morte, il profilo facebook di Ugo Lessio ha raccolto decine di commenti: ricordi, attestati di stima, tanto affetto e tantissima riconoscenza da parte delle persone che con lui hanno condiviso un pezzo di vita.

Ugo Lessio, 79 anni, protagonista del volontariato e dell’impegno in tante istituzioni pubbliche, è morto venerdì sera: era malato da qualche tempo e ha avuto un improvviso e rapido tracollo dal quale non si è ripreso. Lascia la moglie Giuliana e i figli Tommaso e Alberto. Il funerale sarà celebrato mercoledì 17 agosto alle 10.30 nella chiesa parrocchiale di Camin, dove Lessio viveva con la famiglia.

La famiglia

Moglie e figli hanno voluto ringraziare chi in queste ore sta lasciando un messaggio di cordoglio: «Ringraziamo di cuore tutti coloro che in questi momenti stanno dedicando un pensiero a Ugo e a tutti noi. Sentiamo molto forte la vostra vicinanza», le poche, sentite parole lasciate su facebook.

I ricordi

«Ugo era un uomo buono, mite e sempre disponibile» lo ricorda l’amico Paolo Giaretta, «e ha dedicato davvero la sua vita al servizio delle istituzioni assistenziali: è stato direttore della Croce Verde, dell’Ira e della Fondazione Breda, presidente della Fism, incarico per cui ha dedicato tantissimo impegno nella difesa delle scuole materne paritarie, presidente della Uildm, l’associazione contro la distrofia muscolare. Insomma, era sempre dalla parte di chi aveva bisogno, e questa era la cifra della sua persona». Giaretta e Lessio si conoscevano sin da giovanissimi: «Abbiamo condiviso tante avventure insieme, quando militavamo nella Democrazia cristiana. Sapevamo della sua malattia, ma questo tracollo improvviso e repentino ci ha lasciati davvero smarriti».

«Era un amico prima di tutto. Un maestro di vita che ha dedicato tutto se stesso al volontariato e alla propria comunità. Mi mancherai, Ugo» l’affettuoso saluto del senatore Antonio De Poli, «mi mancherà la tua grinta e la tua energia. Esprimo le mie più sentite e affettuose condoglianze alla moglie e ai figli». «Persona carica di passione civile e impegno per la comunità» l’omaggio del sindaco Sergio Giordani, «univa competenza, disponibilità continua al dialogo e al confronto e partecipazione umana. Un impegno sempre rivolto al conseguimento del bene comune e a rendere migliore la vita e le condizioni di famiglie, anziani e persone in difficoltà». «Ugo un amico sempre disponibile» il ricordo del presidente del Centro Servizi Volontariato Emanuele Alecci. Dai colleghi della Fism un fiume di messaggi carichi di affetto e riconoscenza per l’impegno e la passione con cui Lessio ha affrontato tante battaglie per difendere la scuola. E saranno in moltissimi, mercoledì, a stringersi alla moglie e ai figli per tributargli l’ultimo saluto.

Pubblicato su Il Mattino di Padova