• Home
  •  > Notizie
  •  > Strage di ragazzi a Godega di Sant’Urbano: quattro morti in un incidente stradale

Strage di ragazzi a Godega di Sant’Urbano: quattro morti in un incidente stradale

Un’auto con a bordo quattro ragazzi, tutti residenti in provincia di Treviso, è finita fuori strada e gli occupanti sono morti sul colpo. A perdere la vita due giovani di 18 anni e altri due di 19. Nel marzo di anni fa due ragazzi persero la vita nella stessa curva. Chi sono le vittime

TREVISO. Strage di giovani nella notte, poco prima delle 2.30, a Godega di Sant’Urbano. Un’auto con a bordo quattro ragazzi, tutti della zona, è finita fuori strada e tutti gli occupanti sono morti sul colpo. A perdere la vita due giovani di 18 anni e altri due di 19.

Le vittime sono Daniele De Re (2004), residente Cordignano; Xhuliano Kellici (2003), di Cordignano; Daniele Ortolan, di Orsago e Marco Da Re, di Caneva, in provincia di Pordenone.

Marco Da Re, l'operaio con la passione per l'orto

Xhuliano e l'amore per il kickboxing

Daniele De Re, l'esperto di computer

Daniele Ortolan, l'insegnante di nuoto dei disabili

Una curva maledetta. Nel marzo 2019, nella stessa curva di vi Cordignano a Godega dove è avvenuta nella notte scorsa una strage, persero la vita altri due 18enni, Tommy Saccon e Michele Zanette, entrambi di San Fior. Sono rimasti inascoltati gli appelli dei residenti che da sempre lamentano la mancanza di dossi e dissuasori di velocità.

Strage dei ragazzi a Godega, i residenti: "Le strade vanno sistemate”

Nella mappa il luogo esatto dell’incidente

Stando alle prime informazioni raccolte sul posto, i quattro ragazzi viaggiavano a bordo di un’utilitaria, una Volkswagen Polo nera. Poco dopo aver imboccato via Cordignano, una strada di campagna che collega i due paesi di Cordignano e Godega, nell’affrontare una curva a sinistra, la macchina è uscita di strada a destra, ribaltandosi in un fossato, davanti ad un paio di abitazioni.

Strage di ragazzi a Godega: il luogo dell'incidente in cui sono morti i quattro giovani

A lanciare l’allarme sono stati i residenti della zona, risvegliati dal boato provocato dall’incidente.

Scrivi quando arrivi

Sono stati proprio loro a lanciare l’allarme alla centrale operativa di Treviso Emergenza. Un allarme che purtroppo è stato vano. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, purtroppo per i quattro ragazzi non c’era più nulla da fare. Sono tutti morti sul colpo.

"Sono davvero dispiaciuta per quanto accaduto, queste notizie fanno davvero male. Ero in paese stamattina quando ho saputo della tragedia. Il mio pensiero e la mia vicinanza vanno ai familiari delle vittime. Siamo di fronte a una tragedia che segnerà la nostra comunità", ha commentato la sindaca di Godega di Sant'Urbano, Paola Guzzo

Qui il nostro speciale sulla sicurezza stradale dedicato ai ragazzi

Sul posto, per i rilievi di legge sono intervenuti gli agenti della polizia Stradale. Per il momento, l’ipotesi più probabile è che a causare l’incidente sia stato un colpo di sonno. I vigili del fuoco, da parte loro, hanno contribuito con le fotoelettriche a illuminare la zona, agevolando l’opera della Stradale.

LE FOTO DEL TERRIBILE SCHIANTO

IL DOLORE DI ZAIA

“Ci troviamo di fronte ad una tragedia immane. La notizia ci lascia tutti sgomenti e ci colpisce al cuore come comunità. In questo momento drammatico per quattro famiglie ci stringiamo a loro con tutto il cordoglio per un evento così doloroso che coinvolge quattro giovani di 18 e 19 anni”.

Strage dei ragazzi di Godega, l'appello dell'assessore alla viabilità: "Ragazzi, andate piano”

Queste le parole commosse del Presidente della Regione Veneto nell’apprendere la notizia del grave incidente stradale in cui la notte scorsa, a Godega di Sant’Urbano (Treviso), hanno perso la vita quattro giovani, in seguito alla fuoriuscita di strada dell’auto sulla quale viaggiavano.

“Esprimo tutta la mia vicinanza ai familiari di questi ragazzi, ai loro cari, agli amici e a tutti coloro che a questi giovani hanno voluto bene”, conclude il Governatore.

Pubblicato su Il Mattino di Padova