• Home
  •  > Notizie
  •  > Codevigo in lutto per Schlagenauf e in ansia per sua moglie Rosi

Codevigo in lutto per Schlagenauf e in ansia per sua moglie Rosi

Il paese si stringe alle figlie dell’ex segretario comunale, investito e ucciso da un’auto giovedì sera Preoccupano le condizioni della donna: operata nella notte, resta in prognosi riservata

CODEVIGO. C’è grande cordoglio in paese per la tragica morte di Davide Schlagenauf, travolto da un’auto giovedì sera mentre con la moglie Marie Rose, da tutti chiamata Rosi, attraversavano la strada. La donna è ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Piove di Sacco: nella notte è stata sottoposta anche a un intervento chirurgico. L’incidente è avvenuto giovedì intorno alle 18.15 sulla Strada dei Pescatori, di fronte al bar Al Ponte. Il settantanovenne e la moglie erano appena scesi dalla corriera e stavano raggiungendo il lato opposto della carreggiata quando sono stati centrati da una Ford Focus condotta da un quarantenne di Chioggia che viaggiava con altre due persone a bordo. Per Davide Schlagenauf non c’è stato nulla da fare: è morto poco dopo il terribile impatto con l’auto che l’ha scaraventato nel fosso al margine della strada. La coppia ha due figlie, Ester e Sara: «Sono momenti davvero difficili», dicono le donne, «la morte di papà lascia un grande vuoto e rimane la grande preoccupazione per la mamma. Per tutti noi papà era un punto di riferimento, una persona riservata e allo stesso tempo sempre attenta ai bisogni di tutti e capace di consigliarci sempre al meglio in tutte le situazioni».

Davide Schlagenauf a Codevigo era conosciutissimo: nel 1975 era stato trasferito dal Trentino, sua terra di origine, in Veneto, prima a Sant’Angelo di Piove e poi a Codevigo come segretario comunale. Dopo la pensione si era candidato anche a sindaco, nel 1999. Non vinse le elezioni ma fu eletto consigliere comunale, carica che ricoprì per cinque anni. Era una persone di grande esperienza amministrativa e aveva coltivato una grande passione per la storia, la letteratura il canto e la scultura. «Papà era molto appassionato di viaggi», ricordano ancora le due figlie, «e innamorato della montagna ed è stato sempre molto attivo nell’associazione nazionale Alpini di Piove di Sacco con la quale ha spesso collaborato nelle attività di volontariato sociale».

Davide Schlagenauf ha goduto della stima dei colleghi di lavoro e delle amministrazioni in cui ha lavorato e in queste ore è grande in paese lo sgomento per la sua triste fine. Parenti e amici si stringono in queste ore alla famiglia. L’automobilista di Chioggia è risultato negativo all’alcol test e la polizia locale non gli ha ritirato la patente dal momento che non vi sono per ora elementi circa una sua diretta responsabilità per l’incidente. Sotto accusa, però, è finita ancora una volta la pericolosità della strada: dove è avvenuto l’incidente, infatti, mancano le strisce pedonali, nonostante vi sia la fermata delle corriere, e non c’è illuminazione pubblica. Il funerale sarà fissato nei prossimi giorni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova