• Home
  •  > Notizie
  •  > Muore a 24 anni all’ospedale, i genitori chiedono un’inchiesta

Muore a 24 anni all’ospedale, i genitori chiedono un’inchiesta

Nicola Sansonne era ricoverato a Cittadella, per l’Usl sarebbe stato ucciso da un attacco cardiaco. Il papà e la mamma: «Vogliamo una spiegazione». Disposta l’autopsia, funerale rinviato

GRANTORTO. Il suo cuore ha smesso di battere a soli 24 anni, mentre si trovava ricoverato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale di Cittadella. Una morte improvvisa, sulla quale i genitori della vittima hanno chiesto venga fatta chiarezza. Nicola Sansonne avrebbe compiuto 25 anni il 26 novembre. Con papà Giuseppe e mamma Paola Zanolin viveva in via Principessa Mafalda a Grantorto. Il giovane era impegnato nella cooperativa sociale "L'incontro".

«Nicola era un pezzo di pane», raccontano i genitori. «Aveva un cuore buono, salutava sempre tutti, anche chi non conosceva. Era un grande appassionato di oggetti etnici, li collezionava e li sistemava in camera con cura». Papà Giuseppe tiene tra le mani una foto che ritrae Nicola con mamma Paola, felici e sorridenti. «Nicola era il nostro unico figlio», racconta. «Dopo il diploma di terza media ha iniziato a soffrire di depressione. Gli siamo sempre stati vicini, lo abbiamo fatto curare, non facendogli mai mancare il nostro affetto».

La malattia, nel corso degli anni, si è via via aggravata: «Il 5 gennaio, dopo l'ennesima crisi, siamo stati costretti a farlo ricoverare in ospedale», spiega mamma Paola. «Mio marito, sabato scorso, è andato a fargli visita in reparto. Quando è arrivato, saranno state le 16, un medico si è avvicinato e gli ha comunicato che nostro figlio era morto un'ora prima. Ci è precipitato il mondo addosso. Come poteva essere accaduta una simile tragedia?». Il personale sanitario ha spiegato che «Nicola è stato trovato sul pavimento, accanto al letto», continuano i genitori. «Hanno tentato di rianimarlo, ma nulla è servito».

Per i medici dell'Usl 15 si sarebbe trattato di arresto cardiaco, puntualizzano Giuseppe e Paola. «Noi però chiediamo venga fatta chiarezza: vogliamo sapere perché nostro figlio è morto a soli 24 anni mentre era ricoverato». Le richieste dei genitori sono state accolte: il funerale è stato bloccato e in queste ore sul corpo di Nicola sarà effettuata l'autopsia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Il Mattino di Padova